Criscitiello: “Spalletti meritava altro mercato. Inter colpa cinese”

Articolo di
29 gennaio 2018, 01:01
Michele Criscitiello

Nel suo editoriale per il sito “TuttoMercatoWeb” il giornalista Michele Criscitiello attacca Zhang Jindong, proprietario di Suning e dell’Inter, per non aver investito come avrebbe dovuto nella sessione di gennaio di calciomercato che sta volgendo al termine. La rosa a disposizione di Luciano Spalletti è ancora incompleta e arrivare fra le prime quattro con questi elementi sarà complicato.

TUTTO ROVINATO – “Avrebbe meritato un altro mercato Luciano Spalletti, dopo il grande girone di andata. Ora sembra finito l’effetto Spalletti e l’Inter è tornata alla normalità. Normalità vuol dire che rischi di non partecipare alla Champions League neanche quando la UEFA ti regala due posti. Se Milano resterà fuori anche dalla prossima Champions dovremmo chiedere a Gianni Infantino di portare a dodici i posti delle italiane nell’Europa che conta. Qui la colpa non è né di Walter Sabatini né di Spalletti. La colpa è del cinese che non si vede, del figlio che sta lì perché papà ha fatto i soldi e dell’azienda Inter che aveva promesso un mercato estivo fatto di grandi colpi e poi è tornata indietro e, a gennaio, con un mercato di autofinanziamento senza senso. Servivano investimenti, sono arrivati pop corn e coca cola che, senza budget, è già un lusso per questo cinema. Arriverà Javier Pastore? Ce lo auguriamo, anche se al PSG la formula non piace”.







ALTRE NOTIZIE