Mondo Inter

Criscitiello: «L’Inter ha cambiato i suoi programmi. Inzaghi, non banalità»

Criscitiello mette in dubbio le potenzialità dell’Inter per la nuova stagione. Il giornalista di Sportitalia, nel suo editoriale per il sito “TuttoMercatoWeb”, prevede difficoltà per Inzaghi da agosto in poi.

I DUBBI – “Per l’Inter non sarà un anno facile. Se non fai mercato e non sostituisci bene chi se ne è andato (Achraf Hakimi e aggiungo anche Antonio Conte), non puoi pensare di essere più forte degli altri solo perché sul petto hai il tricolore. La verità è che l’Inter ha cambiato i suoi programmi e dal pensare al vincere per far crescere il brand anche in Cina si è passati alla riduzione dei costi al famoso ‘tiriamo a campà’. Lo scorso anno è andata bene, sul finale, perché Conte ha fatto da Presidente e da mental coach ma anche perché non c’era nessuno in grado di opporsi. La Juventus di Andrea Pirlo era imbarazzante e il Milan ha mollato troppo presto perché non aveva le qualità per arrivare al primo posto. Perdere Conte, in campionato, e venire dopo Conte è un mezzo disastro. Simone Inzaghi farà fatica (parliamo di conquista scudetto e Champions League da protagonista, non stiamo dicendo che non arriverà tra le prime quattro) perché subentrare nello spogliatoio di Conte, con gli uomini di Conte non è una banalità. Pur volendo portarsi alcuni fedelissimi, l’ex allenatore della Lazio è impossibilitato a farlo. Quest’anno l’Inter deve tener conto che la Juventus sarà la favorita per lo scudetto, a mani basse, e le romane faranno un bel campionato. Potranno non vincere lo scudetto ma toglieranno punti a tutte le big”.

Fonte: TuttoMercatoWeb.com – Michele Criscitiello

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button