Cosmi: “Problema atavico con Icardi! Modric non ha usato l’Inter, ma…”

Articolo di
20 agosto 2018, 08:00
Serse Cosmi

Serse Cosmi – ex allenatore dell’Ascoli -, ospite negli studi di “L’Altra Domenica Sportiva” su Rai 2, fa un’ampia osservazione sull’Inter, tra il caso Modric e la sconfitta contro il Sassuolo, passando per il problema in attacco

MODRIC E VIDAL – Il parere di Serse Cosmi sull’ultima vicenda di mercato è più lucido di quello di altri addetti ai lavori: «Non dimenticate che Luka Modric è al Real Madrid eh, se no qui ci si confonde le idee… Modric ha vinto da poco la Champions League, ha fatto una finale Mondiale e probabilmente sarà tra quelli che si giocherà il Pallone d’Oro, mi sembrava quasi scontato che il suo ingaggio lievitasse. Non penso abbia usato l’Inter per farlo lievitare ma, se l’ha fatto, è stato bravo. Vedendo la partita, lo sanno Luciano Spalletti, la società e tutti quanti che l’Inter ha bisogno di quel giocatore: Modric è l’eccellenza in questo momento, Arturo Vidal stesso è un giocatore molto diverso rispetto a lui. Non so se sono state trattative, ma è normale che oggi, pensare l’Inter con Modric o l’Inter senza Modric, sposta tantissimo».

NAINGGOLAN E LAUTARO – «A Reggio Emilia mancava Radja Nainggolan, che è fuori da più di un mese: è un problema, sarebbe stato buono averlo avuto per prepararlo attraverso le amichevoli, quindi non avercelo è stato un problema e lo sarà ogni qual volta mancherà, perché il vero acquisto dell’Inter è il miglior Nainggolan. Lautaro Martinez è forte, ha già dimostrato di avere fisico, cattiveria agonistica, gioventù e l’ambizione, infatti quando è uscito non era contentissimo: ha quel pizzico di carattere che non guasta».

ICARDI E MIRANDA – «Il problema dell’Inter è atavico in questo senso: quando Mauro Icardi rimane così isolato come stavolta, mentre il Sassuolo era sempre con quattro-cinque giocatori ad attaccare gli spazi, invece l’Inter lascia Icardi sempre troppo da solo. Quando questo non accade, l’Inter diventa devastante. Questi non possono essere giudizi definitivi, ma solo sensazioni: quando l’Inter attaccherà con più giocatori vicini a Icardi e rientrerà Nainggolan, avrà molti meno problemi. Il rigore causato da Joao Miranda è di un’ingenuità… Miranda è titolare della Nazionale Brasiliana, non te l’aspetti: per un allenatore sono errori assolutamente insopportabili».







ALTRE NOTIZIE