Corradi: “Inter, ma il gioco dov’è? Icardi e Jovetic…”

Articolo di
6 gennaio 2016, 20:56
corradi

Bernardo Corradi, ex attaccante e attualmente opinionista di Mediaset Premium, parla della prestazione dell’Inter contro l’Empoli, che ha messo in luce un Icardi prezioso ma una manovra di squadra che latita ancora troppo

ICARDI PREZIOSO – «Il pregio di Icardi sul gol è stato quello di aspettare il tempo giusto per passare alle spalle del marcatore, per sorprenderlo. A mio avviso Icardi deve essere messo in condizione di giocare, è vero che retrocedeva troppo per prendere il pallone ma lo faceva perché gli altri stavano bassi, e quindi una volta recuperata palla avevano troppo campo da conquistare per offendere e far male. Mi aspettavo un approccio diverso alla gara da parte dell’Inter, incentrato più sulla forza e sulla predominanza fisica, che è netta rispetto a quella dell’Empoli».

GIOCO PESSIMO – «Penso che, se si guarda la storia del campionato, alla fine chi ha avuto difese impenetrabili ha vinto. C’è da dire che l’Inter a mio avviso se ne sta approfittando un po’ troppo, perché a livello di qualità di gioco espressa è davvero ai minimi termini. Vero che ha un terminale offensivo con una media realizzativa non comune, però credo che nel progetto di crescita generale sia arrivata l’ora per Mancini di far giocare la squadra un attimino meglio. Icardi e Jovetic insieme? Penso che l’Inter, per come sta giocando adesso, non possa permettersi due giocatori che non partecipano alla fase di non possesso».

 

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE