Mondo Inter

Cordoba: «Inter, ogni anno era diverso. Moratti mi disse cosa speciale»

In un’intervista ai microfoni della TV colombiana Win Sports TV, l’ex difensore dell’Inter Ivan Ramiro Cordoba ha ricordato il suo periodo in nerazzurro e delle parole speciali che gli rivolse Massimo Moratti al suo arrivo a Milano.

ESPERIENZA NERAZZURRA Ivan Ramiro Cordoba è uno dei giocatori che ogni tifoso dell’Inter può ricordare soltanto che con affetto. Proprio della sua esperienza in nerazzurro ha parlato il colombiano, ricordando anche delle parole speciali che gli rivolse Massimo Moratti: «Ogni anno era una sfida diversa, cambiavamo sempre tanto e si avvicendavano anche tanti allenatori. Ci sono stati dieci allenatori in dodici anni che arrivavano con i loro giocatori e tra questi quasi sempre c’era un difensore centrale. Ogni anno partivo sempre in dubbio, ma dopo tre o quattro partite mi mettevano titolare e continuavo a mantenere il mio posto. Cercavo di migliorare in ogni allenamento, perché in questo tipo di club non esitano a lasciarti da parte e a portare nuovi giocatori. Ricordo di aver dovuto giocarmi il posto con difensori al pari di Blanc, Adani, Gamarra, Materazzi e tanti altri. Mi ricordo delle parole speciali di Moratti nel primo colloquio con lui. Nel suo ufficio mi disse che all’Inter si può giocare bene, male o discretamente e non importa. Ma ai tifosi dell’Inter l’unica cosa che non bisogna far mancare è l’impegno sul campo».

RIMPIANTO – Cordoba ha poi parlato della famosa rissa di cui fu uno dei protagonisti dopo Valencia-Inter in Champions League: «L’unica cosa di cui mi pento nella mia carriera è la rissa di Valencia. Ma in quel caso reagii in maniera istintiva, per difendere un amico».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button