Coppa Italia: il trofeo che serve a tutti. Nel 2010 fu cruciale per l’Inter – GdS

Articolo di
3 Giugno 2020, 08:08
Coppa Italia logo
Condividi questo articolo

Le ambizioni dell’Inter, che non vince un trofeo dal 2011 e vuole riaprire un ciclo. Il tassello rincorso dalla Juventus per otto stagioni. La stagione del Milan da salvare e il riscatto del Napoli. Tutti in fila: c’è una Coppa Italia fondamentale da portarsi a casa prima di tutti gli altri

AMBIZIONI – La Coppa Italia è da sempre considerata la sorellina minore della Serie A, ma vincerla può salvare una stagione. Sono rimaste quattro squadre a contendersela: Juventus, Milan, Napoli e Inter. Visti i risultati delle semifinali all’andata, Juventus e Napoli sembrano le probabili finaliste. Eppure Inter e Milan sono pronte fare l’impossibile per rovesciare i pronostici. I nerazzurri occupano il terzo posto in campionato e sono fuori dalla Champions League. Resta l’Europa League, competizione impervia. La Coppa Italia potrebbe illuminare la prima stagione interista di Antonio Conte, renderla superiore all’ultima di Luciano Spalletti.

CONTROVENTO – Il ruolo della Coppa Italia è stato spesso preparatore per successi più completi. La Sampdoria di Gianluca Vialli e Roberto Mancini, per esempio, ne vinse tre tra il 1985 e il 1989. La Coppa Italia vinta un anno fa dalla Lazio, in finale contro l’Atalanta, può essere letta allo stesso modo, come un avvicinamento alla cima vera. Se Conte dovesse portarsi a casa il trofeo, poserebbe la prima pietra di un progetto molto più ambizioso. D’altronde, nella storia, alzare la Coppa Italia è servito anche ad esprimere resistenza contro dittature calcistiche durature o periodi bui interminabili. Questo accaddde alla Juventus di Dino Zoff, in balia del Milan di Arrigo Sacchi, dell’Inter di Giovanni Trapattoni e del Napoli di Diego Armando Maradona,

NECESSARIA – Senza la Coppa Italia l’Inter non avrebbe potuto scrivere il suo nome tra le pagine della storia in maniera così veemente. Banale, ma è così: senza Coppa Italia, non può esserci Triplete. L’Inter del 2010 è la sola squadra italiana ad aver completato iltris, la conquista nella stessa stagione di campionato, coppa nazionale e Champions. Quel trofeo, conquistato prima di tutti gli altri il 5 maggio 2010, permise all’Inter di posare la prima pietra in un momento della stagione estremamente delicato. La rete di Diego Milito, all’Olimpico contro la Roma, fece prendere grande consapevolezza ai nerazzurri, in vista del rush finale.

HABITUÉ – Forse si spiega in questo modo l’accanimento della Juventus nell’andare a caccia della Coppa Italia durante lo scorso decennio: quattro trofei di fila tra il 2015 e il 2018, due in coincidenza con le finali di Champions perse a Berlino (2015) e a Cardif f(2017). Motivazione forte, tale anche oggi: la Juventus corre per scudetto e Champions e farà di tutto per portarsi a casa l’edizione 2020. Utile ricordare il primato di Roberto Mancini, che detiene il maggior numero di Coppe Italia vinte: sei da giocatore (quattro alla Sampdoria, due alla Lazio) e quattro da allenatore (una alla Fiorentina, una alla Lazio, due all’Inter). Dieci in tutto.

Fonte: La Gazzetta dello Sport


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer






ALTRE NOTIZIE