Conte, il “cattivo” alla sua sfida estrema: Inter “tossica” da ex Juve – CdS

Articolo di
17 Giugno 2019, 13:01
Antonio Conte
Condividi questo articolo

L’Inter ha scelto Antonio Conte, la Juventus invece Maurizio Sarri mentre il Napoli ha riconfermato Carlo Ancelotti. Una sfida, quella tra i tre tecnici, che Giancarlo Dotto definisce da spaghetti western. Il bello, il brutto e il cattivo si preparano a un tutti contro tutti

SPAGHETTI WESTERN – “Per i cultori dello spaghetti western una riedizione de “Il buono, il brutto, il cattivo”. Spettacolo garantito. Finale, tutto da scrivere. “Il buono” Carlo Ancelotti, “il bello” (ma solo per il gioco) Maurizio Sarri e “il cattivo” Antonio Conte. Tutti contro tutti”.

MARTELLO – “In quanto al “cattivo”. Antonio Conte non si discute. L’uomo non può fare a meno di vincere o comunque di battersi per farlo. Il suo concetto guida: la vita è conquista quotidiana e la conquista quotidiana è lavoro. Non c’è vittoria senza fatica. Non c’è gioia che non sia preceduta dalla disfatta dei corpi. È quel genere di allenatore a sembianza di martello che pianta chiodi nella testa dei suoi giocatori. L’Inter sarà la sua sfida estrema. Ci arriva nel peggiore dei modi, da ex juventino, in un ambiente tossico per definizione e dal conclamato autolesionismo. Dovesse farcela anche qui, tra lui e la beatificazione ci sarà solo presentarsi a Trigoria e riportare lo scudetto alla Roma“.

Fonte: Giancarlo Dotto – Corriere dello Sport


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer






ALTRE NOTIZIE