Condò: “L’Inter dica a Icardi che non sono pippe! Offesi da Wanda Nara”

Articolo di
14 febbraio 2019, 08:18
Paolo Condò

Paolo Condò, ospite del post partita di Sky Sport sulla Champions League, si è soffermato a lungo sul caso Mauro Icardi, trovando in Wanda Nara la responsabile di tutta la situazione: anche per questo motivo il resto della rosa dell’Inter, senza il suo ex capitano, dovrà rispondere in campo oggi contro il Rapid Vienna.

STRAPPO CON L’INTER«Io capisco perfettamente lo stato d’animo di Mauro Icardi e trovo normale che lui desideri non andare in questa trasferta. Se lo chiede alla società dice: “Scusate, sono abbastanza sconvolto, posso rimanere a casa?” Mi sembra normale che la società dica che rimane a casa, allora non avrebbe senso la multa. Diciamo che la società dovrebbe emettere un comunicato nel quale spiega esattamente come sono andate le cose, perché magari Luciano Spalletti rispondendo (vedi articolo) salta un paio di cose e dice che è stato convocato e ha detto di no. La società dovrebbe fare un bel comunicato dove dice che le cose sono andate A, B, C e D. Io l’avrei chiarita già in serata al posto della società, è molto importante. In presenza di una clausola di rescissione ben precisa se Icardi ritiene di non essere valutato come correttamente dovrebbe essere ha la clausola di rescissione che lo conferma, perché se è valutato questa cifra e valutato quell’altra ci dev’essere un rapporto: se ritiene di non essere pagato abbastanza vuol dire che la clausola è bassa».

COMPORTAMENTO SCORRETTO«Questo gioco continuo al rialzo posso capire che abbia stancato. Icardi non è il primo, ne abbiamo visti tantissimi su questo, però certamente arrivare a questo punto no. Queste erano due storie separate: quella del contratto e quella della fascia da capitano. Io credo che Icardi debba cercare di venire incontro, risolvere quella della fascia da capitano, accettare di tornare a essere uno dei tanti e comunque sempre il giocatore più forte, tornare a dare il suo contributo. Poi, sulla questione del contrattom io non mi permetterò mai di dare dei consigli, secondo me per opportunità la teniamo in ombra visto che mancano due anni alla scadenza».

REAZIONE«Adesso c’è un comitato di pietra, che non è ancora uscito allo scoperto, che lo deve fare e sono gli altri giocatori dell’Inter: se abbiamo capito la dinamica si sono sentiti offesi da alcune dichiarazioni di Wanda Nara, domani (oggi, ndr) non hanno più il loro capitano e hanno l’occasione. La squadra resta l’Inter, ci sarà Lautaro Martinez che non più tardi di sabato ha segnato il gol decisivo, l’Inter senza Icardi dovrà fare una bella partita a Vienna anche per dire al suo ex capitano che lo aspettano, ma non sono quelle pippe come sono stati descritti da chi gli sta molto vicino».

Condividi questo articolo

Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer





ALTRE NOTIZIE