Mondo Inter

Compagnoni: “Eriksen-Inter, grande notizia e un dubbio. Ibrahimovic…”

Compagnoni è stato ospite di Sky Sport 24 e ha presentato il derby Inter-Milan, in programma domenica alle ore 20.45. Il giornalista (fra le tante cose) ha parlato di due dei protagonisti arrivati nel mercato di gennaio, Eriksen e Ibrahimovic.

DERBY -4 – Così Maurizio Compagnoni sulla stracittadina: «C’è un Milan che si sta rilanciando, almeno in ottica Europa League, e un’Inter che è all’inseguimento della Juventus. Diciamo che il campionato entra in un momento molto caldo, perché avremo in serie nel giro di poco tempo il derby di Milano, Lazio-Inter e l’1 marzo la grande sfida Juventus-Inter. Non dico che il campionato si decida in questo periodo, però dopo questo trittico avremo le idee molto più chiare. Direi che in generale ci stiamo divertendo un po’ tutti, lo dimostra anche il dato relativo alle presenze. Il campionato è più equilibrato, ne beneficiano le presenze: a fine girone d’andata la differenza è enorme, credo ci sia una media di tremila persone in più a partita. Erano tantissimi anni che non succedeva, c’è proprio più interesse e più entusiasmo».

IL GRANDE EX – Compagnoni parla del recupero di Zlatan Ibrahimovic in vista di Inter-Milan: «Cambia moltissimo, ma lo dicono i risultati. Ibrahimovic è arrivato, ha fatto soltanto uno spezzone con la Sampdoria e il Milan ha pareggiato in casa. Poi con Ibrahimovic altre tre vittorie consecutive, non ha giocato inizialmente in Coppa Italia e il Milan ha fatto fatica, non ha giocato contro il Verona e il Milan ha fatto fatica. C’è un Milan con Ibrahimovic e uno senza, cresce proprio il livello di mentalità, di convinzione e di personalità. Ecco perché io credo che il recupero di Ibrahimovic sia fondamentale per il derby, che è sempre una partita a sé, però una cosa è con Ibra e una senza».

L’ALTRO NUOVO – Compagnoni si sposta su Christian Eriksen, atteso dal suo primo derby con l’Inter: «Sicuramente bisogna dargli un po’ di tempo. L’arrivo di Eriksen è una grande notizia, in primis per l’Inter ma anche per il calcio italiano. Stanno arrivando giocatori importanti che prima magari snobbavano la Serie A. La prima di Eriksen a Udine non è stata particolarmente brillante, ma il giocatore non si discute: è vero, arriva da un periodo non brillante col Tottenham, ma non ha avuto un grande infortunio. Probabilmente lui riteneva esaurita la sua esperienza al Tottenham, voleva andare tempo fa al Real Madrid, ha voluto con forza l’Inter e accettato con entusiasmo. Eriksen aveva l’imbarazzo della scelta, il giocatore è straordinario e non si discute. L’unico dubbio può essere che, per come gioca l’Inter di Antonio Conte, non è proprio il massimo per le sue caratteristiche. Però troveranno sicuramente un punto d’incontro».

POSSIBILE DUALISMO? – Compagnoni parla di Eriksen in campo assieme a Stefano Sensi: «Sarebbe bello vederli insieme, perché parliamo di due giocatori di grande qualità. Peraltro anche molto simili: Eriksen più trequartista, Sensi nasce come centrocampista centrale. Possono giocare insieme? Non è facilissimo, tutti e due dovrebbero sacrificarsi molto di più in copertura. Non dimentichiamo che Sensi nasce regista e potrebbe giocare vertice basso di centrocampo. Per come interpreta il gioco Conte chiaramente le caratteristiche non solo ideali, ma Sensi ha grande duttilità tattica ed Eriksen ha fatto diversi ruoli. La coesistenza non è facile ma nemmeno impossibile. Conte ha la grande capacità dei grandi allenatori di essere credibile agli occhi della squadra, di farsi seguire».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale

Articoli correlati

Back to top button

Rilevato Ad Block

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, e si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.