Cesari: “Milan-Inter, Guida promosso! Gol Musacchio regolare, Conti…”

Articolo di
18 marzo 2019, 01:07
Graziano Cesari

Graziano Cesari, intervenuto in collegamento con “Tiki Taka – Il calcio è il nostro gioco” su Canale 5, ha commentato gli episodi da moviola del derby Milan-Inter. Secondo lui la direzione di gara di Marco Guida è stata positiva, nonostante il rosso cambiato ad Andrea Conti a causa del VAR.

LA MOVIOLA – Questi gli episodi arbitrali del derby Milan-Inter analizzati da Graziano Cesari: «Partita molto difficile e molto complicata ma per me lui ha arbitrato molto bene stasera, per me è super promosso Marco Guida. Comincia subito al 54′, qui è l’Inter che vuole un calcio di rigore, Guida è piazzatissimo e dice di no e ha ragione, perché su questo calcio di punizione Franck Kessié si chiude su se stesso, tocca il pallone con la testa e poi va a carambolare sul braccio. Perfetta la decisione, involontario al massimo. Sul gol di Tiémoué Bakayoko al 56′ Milan Skriniar dice che non è fallo su Krzysztof Piatek, l’intervento è da tergo in netto ritardo e le possibilità di prendere il pallone non ci sono perché il centravanti del Milan lo calcia via immediatamente: questo è fallo, bisogna anche ammettere quando si commette un’infrazione, da qua nasce il gol. Siamo sull’1-2 per l’Inter, c’è il calcio di rigore concesso per contatto fra Matteo Politano e Samu Castillejo: qui Guida è velocissimo, perde il tempo perché scivola e rischia moltissimo, però devo dire che concordo con la decisione. Qui è la sterzata di Politano che mette in difficoltà il giocatore del Milan, a questo punto non riesce più a prendere il pallone, alza la gamba destra e non permette di andare a riprenderlo all’avversario, è netto. Ha il pallone a distanza di gioco Politano, è girato nel modo giusto, è il numero 7 del Milan che è meno ingenuo. Sul gol del Milan di Mateo Musacchio ci sono interpretazioni diverse: non ci può essere fuorigioco quando un giocatore è alle spalle di un avversario. La palla la tocca Alessio Romagnoli di testa, Piatek ha distanza da Danilo D’Ambrosio e non lo disturba, non lo influenza. Perché si deve annullare una rete con posizione di fuorigioco geografica o ininfluente? È un fuorigioco passivo e a mio parere questo è un gol regolarissimo, D’Ambrosio tocca il pallone col braccio sinistro quindi inevitabilmente vantaggio e gol. Ultimo episodio il rosso ad Andrea Conti: l’intervento è sicuramente scomposto, in scivolata estremamente pericoloso. Qui c’è un particolare: secondo me Gianpaolo Calvarese gli ha chiesto cosa ha visto, a questo punto dalla risposta di Guida al VAR gli ha consigliato di andare a vedere. L’intervento è brutto, però il cartellino secondo me si può anche cambiare, perché non c’è quella violenza che porta a un cartellino così estremo».

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE