Mondo Inter

Cesari: “Juventus-Fiorentina? No rigore! Stessa dinamica Brozovic-Young”

Cesari ha fatto la moviola di Juventus-Fiorentina, segnalando ovviamente come non fosse rigore l’omaggio di Pasqua ai bianconeri che ha fatto infuriare Commisso. L’ex arbitro, nel corso di “Tiki Taka – Il calcio è il nostro gioco” su Italia 1, ha paragonato l’episodio a due sull’Inter riguardanti Brozovic e Young.

IL FATTACCIOGraziano Cesari analizza l’episodio del rigore più che discutibile che ha portato al 2-0 di Juventus-Fiorentina: «Rodrigo Bentancur in possesso del pallone entra in area, affrontato da Federico Ceccherini cade. L’arbitro è in posizione perpendicolare, indica subito il dischetto e Ceccherini si dispera. La posizione arbitrale? Per essere credibili bisogna vedere molto bene, bisogna essere attenti. Io credo che Fabrizio Pasqua non abbia visto assolutamente nulla, perché ha davanti il corpo di German Pezzella e il braccio di Ceccherini è coperto dal corpo di Bentancur. Non puoi fischiare un calcio di rigore, ti chiamano al VAR per confermare o smentire. Prende tempo, poi conferma la sua decisione».

ALTRO CHE RIGORE – Cesari condanna l’arbitro di Juventus-Fiorentina: «Il fallo, a mio parere, non c’è. Ceccherini è rapido e veloce nello spostamento, perché ha letto molto bene l’azione. Il braccio sinistro non va a toccare, tenere o impedire la progressione di un avversario, ma è un movimento dinamico necessario. Ecco perché non è calcio di rigore per me. Abbiamo detto domenica scorsa che in Inter-Cagliari c’era stato un contatto fra Ashley Young e Christian Oliva e non era assolutamente calcio di rigore. La casistica serve per noi e per gli arbitri, a Udine c’è Marcelo Brozovic che allarga il braccio sinistro con Mato Jajalo ma non è calcio di rigore. La dinamica è la stessa, ma non è calcio di rigore come non lo era quello».

LA MOVIOLA – Oltre a Juventus-Fiorentina Cesari tratta anche gli episodi di Udinese-Inter: «Al 54′ presunto calcio di rigore richiesto dall’Udinese. Su cross dalla destra c’è un contrasto fra Milan Skriniar e Stefano Okaka, che si lamenta immediatamente. È un grande rischio che si è assunto Skriniar, perché la mano destra cinge il corpo. Affondare non è un termine arbitrale né calcistico, però a Okaka non viene permesso di muoversi. C’è da dire che tutti e due non hanno un appoggio ottimale: tutti e due scivolano. Un calcio di rigore che nessuno può contestare è quello concesso all’Inter. Tentativo di parata sbagliato, bravo Alexis Sanchez a spostare il pallone: è rigorissimo».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale

Articoli correlati

Back to top button

Rilevato Ad Block

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, e si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.