Mondo Inter

Cassano: «Juventus-Inter? Ecco cosa disse Stramaccioni nel 2012 per vincere»

È vigilia di Juventus-Inter: il derby d’Italia si giocherà domani alle ore 18. Antonio Cassano, durante “Bobo TV” sul canale Twitch di Vieri, ricorda cosa gli disse Stramaccioni nel 2012, l’unica vittoria nerazzurra allo Stadium.

FRA I MIGLIORI – Antonio Cassano ha ottime parole per un giocatore che, dopo l’infortunio di mercoledì, rischia di saltare Juventus-Inter: «Abbiamo venerato (si riferisce a Daniele Adani, ndr) e incensato di grandi complimenti Alexis Sanchez, dopo che ha sbagliato il rigore con la Sampdoria. È stato migliore in campo, ma tutte le volte che si parla di Sanchez non bisogna dimenticare che è un super campione. Ha giocato in River Plate, Barcellona, Arsenal e Manchester United: non ti regalano le cose. Parliamo di un giocatore che a me fa impazzire».

IL TRIONFO – Cassano fu protagonista dell’ultimo Juventus-Inter vinto dai nerazzurri, nel 2012: «Ricordo quando siamo andati lì a giocare, la prima sconfitta della Juventus. L’Inter vinse 1-3, fece una grandissima partita. Andrea Stramaccioni, ricordo, chiamò me, Rodrigo Palacio e Diego Milito dicendo che aveva un’idea. Voleva giocare con noi tre d’attacco, ma dovevamo giocare uomo contro uomo. Noi tre ci guardammo, ma non sapevamo cosa dire: aveva indovinato la tattica. Ho visto, quel giorno, la Juventus in grandissima difficoltà: Juan Jesus, che faceva il terzo di difesa, andò a prendere Arturo Vidal fino a casa sua. Abbiamo giocato uomo contro uomo e fatto una super partita, fino a novembre eravamo a -1 dalla Juventus. Poi abbiamo perso a Bergamo e siamo andati a -4, da lì non ho capito cos’è successo. Avevamo una buonissima squadra, non come il Triplete, ma siamo arrivati noni: era un periodo un po’ tribolato».

DAL PASSATO AL PRESENTE – Cassano prosegue e torna all’attualità: «Delle grandi squadre l’Inter è quella dove sono stato meglio. Ad Appiano Gentile era una roba pazzesca, stavo lì ventiquattro ore su ventiquattro. Suning sta mettendo le basi per tornare all’epoca del 2010. Io ho dei dubbi, soprattutto per l’allenatore: non in Italia, dove farà il ciclo della Juventus e altri scudetti li vincerà. Ma in Europa farà grande fatica, Conte l’ha dimostrato: non vedo come possa migliorare. È una mia idea, poi se migliora e vince sono il primo a dire che ho sbagliato. Però in più di dieci anni che allena ha sempre fatto un disastro in Champions League, e lo sta dimostrando».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh