Mondo Inter

Caputi: «Inter, serve crescita più mentale che tecnica. No passività»

Caputi, in collegamento su Sky Sport 24, ha analizzato le prestazioni dell’Inter durante gli scontri diretti. Secondo il giornalista, i nerazzurri a volte risultano passivi nel chiudere le partite

PASSIVAMassimo Caputi analizza il momento dell’Inter: «Concordo nel pensiero che l’Inter sia la più completa sul piano della rosa. Forse al di la dei cambi che potevano essere diversi anche se per assurdo giocatori veloci come Joaquin Correa e Alexis Sanchez potevano starci. Ho la sensazione rispetto a Milan e Napoli, che l’Inter ha meno voglia di soffrire quando è l’ora di difendere un risultato. Sembra che l’Inter si fermi, quindi deve crescere sul piano mentale più che tecnico. Negli scontri diretti hai un avversario forte e la capacità di gestire il vantaggio diventa fondamentale. C’è da una parte l’abbassamento della cattiveria agonistica, dall’altro un calo nel palleggio. L’Inter ha giocatori dai piedi buoni ma manca nella coralità e nella gestione della palla in determinati momenti che non deve essere passiva. Stupito contro la Lazio come l’Inter gestisse senza cattiveria e carattere accontentandosi del non chiudere la partita».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button