Capuano: “Inter, Suning vuole far vincere Juventus altri 10 anni o investe?”

Articolo di
16 aprile 2019, 07:32
Giovanni Capuano

Giovanni Capuano – giornalista di “Panorama” -, ospite negli studi di “Monday Night” su Sportitalia, prende spunto dalle dichiarazioni di Marotta per provocare i tifosi dell’Inter punzecchiando la proprietà Suning, chiamata a investire pesantemente sul mercato (allenatore compreso) per ridurre il gap con la Juventus

SUNING FACCIA QUALCOSA – Lungo intervento di Giovanni Capuano su quelle che dovrebbero essere le prospettive future nerazzurre: «I cinesi dell’Inter hanno deciso che per dieci anni deve vincere ancora la Juventus. Beppe Marotta ha parlato di Paulo Dybala? Anche Erick Thohir aveva parlato di Lionel Messi, il problema è passare dal dire al fare… Se la Juventus va in semifinale di Champions League, contro l’Inter potrebbe schierare una formazione rimaneggiata, ma se dovesse uscire ho l’impressione che per l’Inter finirebbe come tutte le altre volte (ride, ndr). Dybala all’Inter non con Luciano Spalletti, perché due attaccanti insieme non li mette: è allergico! Dybala nasce come prima punta, Spalletti non lo vede in coppia con un altro attaccante. Nelle ultime ventiquattr’ore sui social c’è un giocatore che ha postato una foto del gruppo che si abbraccia e un altro che ha postato tre foto sue singole: il primo è Mauro Icardi, il secondo è Lautaro Martinez. Nessuno giustamente si è messo a fare il processo alle foto di Lautaro Martinez, è diventato un po’ stucchevole questo giochino. Nessuno si sarebbe permesso di dire a Mino Raiola quello che è stato detto a Wanda Nara: atteggiamento maschilista nei suoi confronti! Se investi 30 milioni per un giovane come Lautaro Martinez e lo consegni a un allenatore che dice che lui e Icardi sono due punte simili, e sei mesi prima non hai fatto un’offerta di rinnovo al tuo capitano e capocannoniere, ti sei messo già nell’ottica che l’avresti venduto. Marotta ha parlato della proposta di rinnovo declinata da Icardi: o rinnova…va o va via! L’Inter ha venticinque punti – ormai ho perso il conto – dalla Juventus ed è stabilmente a questa distanza da anni, servono chiarezza e onestà intellettuale: Suning è una grande proprietà e non è obbligata a investire nell’Inter per fare un ciclo vincente, ma può fare i suoi interessi semplicemente tenendo la squadra sempre in Champions League. Chi ha investito ha dimostrato che il salto di qualità si può provare a fare, quindi Suning dev’essere onesta con i tifosi dell’Inter: se Marotta è stato preso per fare un ciclo vincente è un conto, se vuole solo puntellare la rosa allora spende per provare ad arrivare seconda. Però Suning questo deve spiegarlo ai sessantacinquemila che riempiono San Siro ogni giorno. In un anno non colmi il gap con la Juventus, ma c’è un tema: se vuoi iniziare a limare quei trenta punti che prendi ogni anno e per vincere in un tempo più ridotto, non devi puntellare, ma devi investire! Spalletti ha fallito in questa stagione: farà circa 70 punti e arriva terzo se non succede un disastro, ma l’Inter ha speso l’anno scorso… Un club che decide che vuole crescere, non si fa problemi dei 25 milioni di euro lordi che servono per esonerare Spalletti. E non esiste il problema di offrire 9 milioni annui al tuo capocannoniere, se decidi di vincere e investire perché devi alzare il monte ingaggi. Se Suning non lo fa è perché ragiona per arrivare seconda, non prima, e non l’anno prossimo. Se vuoi attaccare la leadership di chi comanda, devi scegliere un giocatore: l’Inter deve prendere Federico Chiesa prima che vada alla Juventus, è il profilo di giocatore che l’Inter aveva il dovere di cercare di prendere».

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE