Capuano: “Inter senza Cancelo per Nainggolan, vediamo! In Champions…”

Articolo di
30 agosto 2018, 09:57
Giovanni Capuano

Giovanni Capuano – giornalista di “Panorama” -, ospite negli studi di “Calcio € Mercato” su Sportitalia, analizza la situazione dell’Inter tra il traumatico inizio in Serie A e quello ancora più traumatico che la attende in Champions League, sottolineando l’importanza del ritorno di Nainggolan negli schemi di Spalletti

PSYCHO INTER – Per Giovanni Capuano c’è il serio rischio che siano tornati i fantasmi del passato in casa nerazzurra: «Forse l’Inter ha la possibilità di alzare l’asticella dopo l’arrivo di Cristiano Ronaldo in Italia, le altre si limiteranno ad alzare il prezzo dei biglietti… Domenica sera ero a San Siro, c’è una grande differenza da capire tra il primo e il secondo tempo. La cosa che mi ha più sorpreso in negativo sono state alcune parole di Luciano Spalletti nel dopo-partita: posso capire la difficoltà di condizione e nel trovare la quadratura, non i problemi psicologici, che sembravano risolti l’anno scorso, soprattutto dopo il gol di Matias Vecino alla Lazio, ma domenica sera abbiamo capito che così non è stato».

NON ANTI-JUVENTUS – «L’anno scorso l’inizio dell’Inter fu importante per creare una base di serenità per andare avanti, quest’anno l’Inter ha in dote un inizio morbido e questi cinque punti mancati rispetto ai sei ideali sono pesanti: non è successo nulla di irreparabile, il campionato è ancora lunghissimo con trentasei partite da giocare, però la pressione addosso quest’anno è altissima. L’Inter non è mai stata l’anti-Juventus come rivale scudetto, ma per prendere nel mazzo quella più avvicinabile alla Juventus come progetto a medio termine. Nulla è compromesso, ma dietro le parole di Spalletti bisogna trovare una risposta: l’Inter non si può permettere di avere ancora i blocchi mentali. Se vieni da un tempo in cui ha dominato la partita, puoi cambiare qualcosa per portare a casa la partita…».

DA CANCELO A NAINGGOLAN – «La squadra è stata costruita intorno a Radja Nainggolan, che non abbiamo ancora visto, vedremo dalla prossima partita. A Bologna mi aspetto una reazione. Nainggolan è un giocatore condizionante: l’Inter in estate ha rinunciato a Joao Cancelo e costruito una squadra diversa rispetto all’anno scorso proprio per prendere Nainggolan, a cui si chiede di fare la differenza come a Roma».

CHAMPIONS IN SALITA – «In Champions League l’Inter parte dalla quarta fascia, sconta sei anni senza Champions e anni di Europa League fatta malissimo – quando fatta -, sarà una scalata dura. Comunque vada il sorteggio, all’Inter è difficile immaginarsi un girone morbido, però l’Inter quest’anno ha il dovere di fare una discreta Champions e di riaffacciarsi a un mondo che è stato suo fino al 2012 e che ritrova una grande protagonista. Può andare tra il malissimo e il benissimo: può pescare Real Madrid, Borussia Dortmund e Liverpool oppure Lokomotiv Mosca, Benfica e Ajax!».







ALTRE NOTIZIE