Capuano: “Inter salvata da 2 episodi in Serie A! Lukaku inattivo. Sanchez…”

Articolo di
18 Settembre 2019, 11:11
Giovanni Capuano
Condividi questo articolo

Giovanni Capuano – giornalista di “Panorama” -, ospite negli studi di “Sportitalia Mercato” su Sportitalia, fa alcune riflessioni dopo l’1-1 dell’Inter in Champions, cercando nelle scelte di Conte e nelle condizioni di alcuni singoli i motivi della prestazione negativa, vedi il non utilizzato Sanchez. La gestione di Lukaku nel mirino

QUALIFICAZIONE POSSIBILE – Meno negativo di altri sull’obiettivo ottavi di finale, Giovanni Capuano spiega perché «Ho avvertito pessimismo dopo il pareggio dell’Inter, che complica il passaggio del turno, ma in realtà il calendario e quanto successo l’anno scorso al Tottenham permettono di crederci. Certo, se l’Inter gioca come stasera (ieri, ndr) non ce n’è, nel senso che non arriva nemmeno terza per andare in Europa League, ma è stata talmente brutta che c’è da aspettarsi un’Inter diversa già nel derby di sabato contro il Milan. C’è un rigore a Cagliari abbastanza fuori dal contesto di gioco e l’espulsione di Rodrigo de Paul contro l’Udinese che in un certo senso hanno coperto quella che è l’Inter di oggi, però è anche fisiologico. All’Inter oggi vanno benissimo i nove punti fatti, oggi ha fatto lo stesso tipo di partita, solo che lo Slavia Praga è un livello più alto rispetto alle altre tre avversarie. In conferenza stampa Antonio Conte è passato dai sapientoni della vigilia agli asini…».

CENTROCAMPO E DERBY – Capuano prova a dare una motivazione al pessimo approccio visto a San Siro: «A inizio progetto è giusto prendere sia Nicolò Barella sia Stefano Sensi, se te lo puoi permettere, mi stupisce in panchina Matias Vecino che ha dimostrato di essere spesso decisivo in questo tipo di calcio. Pensavo che Vecino e Diego Godin fossero giocatori che servissero in serate come questa. Penso che Conte inconsciamente abbia fatto questa partita ragionando sul derby contro il Milan e ora ha una grande motivazione in campionato, provando a dar fastidio alla Juventus, considerando la Champions League un palcoscenico in cui l’Inter non può ancora competere, poi ovvio che non può fare le figure come oggi».

LUKAKU (DIS)ATTIVATO – La polemica delle ultime ore riguarda il centravanti dell’Inter, Capuano nutre ancora dubbi: «La verità è che una buona parte della stagione dell’Inter si giocherà sulla capacità di attivare Romelu Lukaku, oggi servito 16 volte, un terzo delle volte dalla difesa. All’Inter è andata male perché mancava il centrocampo, Marcelo Brozovic ha fatto scena muta, ma nei 65′ in campo contro l’Udinese Lukaku è stato attivato 22 volte. Sono numeri “alla Mauro Icardi“, che toccava questa cifra di palloni… Ci è stato detto che ha un problema alla schiena e ragioniamo su questo, ma se l’Inter non riesce ad attivare Lukaku non ha un potenziale in attacco».

POLITANO MEGLIO DI TUTTI – Capuano dà i giusti meriti all’attuale attaccante di scorta di Conte, che non può ancora puntare sull’ultimo colpo di mercato: «Alexis Sanchez è molto indietro di condizione, però Matteo Politano ha fatto bene sia contro l’Udinese sia contro lo Slavia. Il nome di Sanchez evoca quello che è stato e magari sarà di nuovo, ma oggi Politano è un giocatore che ha gamba e ha fatto tutta la preparazione estiva con Conte, che lavora da due mesi con lui per il suo nuovo ruolo. Oggi ha giocato molto peggio Lautaro Martinez nei 70′ iniziali che Politano nei 20′ finali».


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE