Capuano: “Infortunio Sensi, muscolo rompipalle! Conte ignora il problema”

Articolo di
19 ottobre 2019, 08:16
Giovanni Capuano

Sensi ha subito il suo secondo infortunio in due settimane, lasciando l’Inter con un’opzione in meno a centrocampo. Giovanni Capuano, ospite di “Aspettando il weekend” su Sportitalia, ha commentato l’assenza e come Conte dovrà provare a superarla.

NECESSARIO CAMBIAREGiovanni Capuano commenta gli infortuni in casa Inter: «Io aspetto Antonio Conte a proposito di dichiarazioni, perché è quello che ha pagato il conto più salato. È vero che Duvan Zapata per l’Atalanta pesa, infatti Gian Piero Gasperini non l’ha presa benissimo, però Danilo D’Ambrosio e Alexis Sanchez possono condizionare questa parte di stagione dell’Inter. Io voglio sapere cos’è il muscolo dove si è fatto male Stefano Sensi. Dal punto di vista medico-scientifico è uno di quei muscoli definiti rompipalle: piccolo, che non conosce nessuno, ma che quando ti dà dei problemi si sente (ride, ndr)».

SOSTITUZIONE COMPLESSA – Secondo Capuano non c’è un vero sostituto per Sensi e Sanchez: «Non esiste, lo sa anche Conte. Probabilmente non è soltanto un problema di qualità e quantità a centrocampo, ma visto che si è fatto male Sensi non era impossibile che Conte, in queste sette partite, ritagliasse qualcosina con un’unica punta per far rifiatare Romelu Lukaku e Lautaro Martinez. Uno è Matteo Politano, che può usare, l’altro era Sensi. Senza faccio fatica, Antonio Candreva ormai è esterno e ha un passo diverso. Nella rosa dell’Inter secondo me manca quella cosa lì e questo è un grosso problema».

LA SOLUZIONE – Capuano valuta le alternative agli infortuni: «Penso che sia un problema che Conte ignorerà in questi venti giorni, non può immaginare di mollare la Champions League dove l’Inter è dove doveva essere, cioè alla vigilia del dentro o fuori col Borussia Dortmund. Se esce con quattro punti dal Borussia Dortmund è più o meno dentro, le cinque di campionato sulla carta ti devono far portare a casa parecchi punti. È la differenza tra Conte e Luciano Spalletti, tra Conte e il passato: deve fare la differenza in queste partite, non può perdere questi punti. A novembre si vedrà, di tutta la prima parte di stagione dell’Inter è il segmento più importante. Arrivarci con poche rotazioni per Conte è un problema, ma penso ci passerà sopra perché è troppo importante».

LESIONE GROSSA – Capuano chiude su uno dei tre infortuni dell’ultima settimana, oltre a D’Ambrosio e Sensi: «È vero che Sanchez viene da un’estate particolare, sono tre mesi ed è un infortunio lungo. Non credo sarà pronto a gennaio. Nemanja Matic? Serve. È esattamente quello che è mancato al mercato dell’Inter in chiusura, cioè un centrocampista in più fisico. Io stravedo per Sensi e Nicolò Barella, ma gli manca qualche centimetro. Ho l’impressione che l’anno prossimo costruirà una squadra con quattro grandi attaccanti, non so se a gennaio abbia la possibilità di anticipare quattro o cinque mesi quest’operazione».

Condividi questo articolo

Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer





ALTRE NOTIZIE