Capello: “Juventus padrona del campo, ma molti demeriti dell’Inter”

Articolo di
9 Marzo 2020, 00:34
Fabio Capello
Condividi questo articolo

Fabio Capello, ospite in studio a “The Club” su Sky Sport, ha parlato di Juventus-Inter 2-0 soffermandosi sui demeriti dei nerazzurri e sulla prestazione di Eriksen

INTER CON DEMERITI – Capello ha visto una grande Juventus, ma favorita anche dai demeriti dell’Inter: «Nella seconda parte la Juventus è stata padrona del campo, ha fatto ciò che ha voluto, ma con grande demerito dell’Inter che aspettava e non veniva avanti, restava ferma senza essere aggressiva. La cosa più grave è stata quando la Juventus ha fatto tutto quel possesso palla e ha potuto farlo perché i difensori dell’Inter stavano ad aspettare il pallone e non c’era modo di recuperarlo. Dopo il gol la Juventus ha continuato a giocare e non c’è stata una reazione dell’Inter. Higuain ha fatto un’ottima partita, si è dato da fare. Dybala ha fatto un gol stupendo ma lo ha fatto nel momento in cui l’Inter era calata».

I CAMBI DYBALA ED ERIKSEN – Capello parla poi di come hanno differentemente inciso gli ingressi di Dybala per la Juventus ed Eriksen per l’Inter: «Sono stati fatti due cambi importanti, Dybala ed Eriksen. Eriksen ha girato per il campo, ha avuto un’occasione ma non è mai entrato in partita perché proprio tutta l’Inter stava girovagando per il campo senza mettere pressione. Dybala è entrato in una squadra che aveva voglia di vincere la partita ed è entrato perfettamente. Eriksen, per la “non velocità” del calcio italiano penso potrebbe diventare un Pirlo, con la sua qualità e visione di gioco. All’Inter manca velocità di pensiero, fanno tutto molto elementare».


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE