Cancelo: “Grazie Inter! Alla Juve per vincere. I 40 milioni spesi e CR7…”

Articolo di
12 luglio 2018, 15:13
Cancelo

Joao Cancelo – ex difensore dell’Inter, oggi in forza alla Juventus -, nella conferenza stampa di presentazione da neo giocatore della Juventus dribbla le domande scomode dei giornalisti che hanno provato a metterlo contro la società nerazzurra e ringrazia l’Inter per l’ultima stagione insieme

GRAZIE INTER – Le prime parole ufficiali di Joao Cancelo a Torino vogliono omaggiare la società nerazzurra: «L’Inter è stato un club molto importante per me, mi ha aiutato a maturare, mi ha dato la prima esperienza nel campionato italiano e per questo li ringrazio. La Juventus ha dominato in Serie A negli ultimi anni, spero Cristiano Ronaldo ci aiuti per vincere ancora. Per quanto riguarda Inter-Juventus della scorsa stagione, penso sia stata la partita più bella della mia carriera fino ad adesso perché ci sono state due squadre che hanno giocato molto bene: io in quel momento era dall’altra parte, ma è stata una partita bella da vedere e adesso sono da questa parte. ».

LE DIFFERENZE – «La differenza tra Inter e Juventus? Sono due club importanti per l’Italia. Come ho già detto, la Juventus ha dominato in Serie A negli ultimi anni ed è per questo che ho scelto di venire qua, per vincere alti titoli e continuare a farlo. Non sto qua a dire delle differenze con le altre squadre: l’Inter è un club molto grande, con storia. Sono due club molto importanti, adesso io sono molto orgoglioso di essere nella Juventus e in questa famiglia: questi sono i colori che difenderò da adesso in poi. Le mie caratteristiche? Andate a vedere i miei video e vedrete le mie caratteristiche (ride, ndr)».

LA TRATTATIVA – «Ero in una situazione in cui dipendeva tutto dal mercato: l’Inter aveva il diritto di riscatto su di me e non l’ha esercitato, la Juventus mi voleva molto e ha dimostrato sempre di volermi, per questo io sono voluto venire qui. La Juventus è un grande club nel mondo e tutti sognano di giocarci: io sono contento di essere qua. E poi giocando nella Juventus è più facile attirare le attenzioni per andare in nazionale: se farò bene qui sarà più facile trovare un posto anche lì. Che io sappia non c’è stato nessun interesse da parte del Wolverhampton, ma è bello sapere che ci siano club interessati a me, solo che io non ho saputo niente di ciò. La valutazione fatta è importante, ma con il mio impegno dimostrerò in campo che questi 40 milioni di euro sono valsi la pena».