Calendari, vince la proposta di Agnelli! Uefa convinta. I dettagli – CdS

Articolo di
25 Marzo 2020, 09:40
Andrea Agnelli ECA
Condividi questo articolo

Il “Corriere dello Sport” riporta l’esito della riunione tra Uefa, Eca (European Club Association) ed European Leagues, in merito alla definizione dei calendari per le singole competizioni. Andrea Agnelli, numero uno dell’Eca e della Juventus, ha giocato un ruolo decisivo e gli organi europei sembrano essersi convinti. Nel frattempo in Serie A infuria lo scontro

PRIORITÀ – Prima i campionati, poi a metà luglio, ecco Champions League ed Europa League. “La riunione di ieri del gruppo di lavoro sul calendario internazionale alla quale hanno partecipato rappresentanti di spicco di Uefa, Eca ed European Leagues ha chiarito che Nyon dà priorità all’assegnazione dei titoli nazionali. Un ruolo chiave lo ha giocato Andrea Agnelli che, in quanto presidente dell’Eca, ha un peso grande nei dialoghi con Aleksander Ceferin. Il numero uno della Juventus ha portato avanti le esigenze delle società che vogliono veder assegnati i titoli domestici e definite le classifiche sul campo. La volontà è quella di creare un calendario omogeneo, nel quale la ripresa dei principali 12 campionati europei sia più o meno contemporanea. Ma il fatto che Champions ed Europa League verranno disputate a luglio inoltrato metterà tutti sullo stesso piano“.

FAR FROM HOME – Virtualmente è già stata cancellata la finestra dedicata alle Nazionali (1-9 giugno). Le ultime 4 qualificate per Euro 2021 saranno definite in autunno. Anche la Serie A sta provando a diradare le nubi (vedi articolo), ma le divergenze di opinioni (QUI la clamorosa lite tra Agnelli e Lotito) non agevola i compiti di Lega Serie A e Figc. In ogni caso, quando riprenderà il campionato, si giocherà inizialmente a porte chiuse. Inoltre, non è detto che per motivi logistici qualche squadra non sia costretta ad emigrare lontano da casa. Può essere il caso dell’Atalanta, visto che Bergamo sta trascorrendo un momento terribile, ma anche di altri club. Un discorso a parte lo merita la prossima stagione che inizierà inevitabilmente più tardi. Ma non troppo, perché l’1 giugno 2021 dovrà concludersi (ci sarà l’Europeo). Il format della Champions non cambierà e dunque le gare della fase a girone saranno spostate più in là. Almeno una andrà più vicina a Natale, con la prospettiva di terminare il group stage a gennaio e poi di riprendere con gli ottavi a febbraio.

Fonte: Corriere dello Sport – Andrea Ramazzotti


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE