Burdisso: “Inter squadra matura, Roma in difficoltà ma non può sbagliare”

Articolo di
2 dicembre 2018, 14:51
Burdisso

Lunga intervista del sito Gol di Tacco a Nicolas Burdisso dedicata quasi interamente a Roma-Inter di questa sera, partita particolarmente sentita dall’argentino avendo vestito la maglia di entrambe le squadre.

DOPPIO EX – «Roma-Inter l’ho sempre vissuta in modo particolare perché sono due squadre che ho sempre seguito da quando ero piccolo poi ho avuto la fortuna di giocare all’Inter, poi alla Roma. Quando ero all’Inter ci siamo giocate tante volte lo scudetto o le Coppe Italia contro la Roma e quando ero a Roma avevamo sfiorato lo scudetto nel 2010 contro l’Inter. Tante partite molto molto belle intense, quindi per me personalmente è una partita con tanta storia. Poi con l’Inter sono arrivati gli Scudetti, con la Roma ho perso due finali di Coppe Italia, siamo arrivati due volte secondi ma comunque è stata un’esperienza molto bella, molto intensa anche a Roma per come si vive il calcio, per come come sono fatto io. Quindi è una partita che guardo con molto piacere anche perché sono delle partite sempre di livello».

SQUADRE DIVERSE – «L’Inter si è rinforzata molto bene e adesso stiamo vedendo anche i frutti, poi l’inizio non è mai semplice quando ci sono tanti cambiamenti, sia per l’Inter che per la Roma. Poi sono due squadre diverse con due percorsi diversi: l’Inter è una squadra più matura, con giocatori di alto calibro per esperienza, mentre la Roma ha giocatori più giovani con minor esperienza. Sono due squadre diverse, sarà bella anche per capire dove può arrivare la Roma, che ha iniziato così e così; l’Inter sta meglio, ma è una partita più importante per la Roma che per l’Inter. Diciamo che la Roma non può sbagliare, anche perché gioca in casa, deve centrare l’obiettivo. Mentre l’Inter deve continuare il periodo di crescita, reagire alla partita persa dell’altro giorno. Sono obiettivi diversi, ovviamente, la Roma ne ha più bisogno e l’Inter continuare a crescere. Per l’Inter non è decisiva, mentre, come dicevo prima, per la Roma penso possa essere decisiva, soprattutto per il momento perché una sconfitte metterebbe ancora più incertezze. La Champions League? Mi auguro che l’Inter si possa qualificare, secondo me ha tantissime possibilità, è stato un girone difficile e al di là di tutto, vada come vada l’Inter ha fatto, secondo me, molto bene».

DIFFICOLTÀ ROMA – «Secondo me l’assenza di Nainggolan è un bene per la Roma e un male per l’Inter. E’ vero che l’Inter ha una rosa più ampia e l’altro giorno Borja Valero ha giocato una buona gara e anche se dovesse giocare lui potrebbe fare bene però a mio avviso Nainggolan è sempre pericoloso, conviene sempre marcarlo, ha una giocata differente da offrire quindi è molto più vantaggioso per la Roma e più punitivo per l’Inter. Icardi è una certezza, è sempre pericoloso, Vecino ha fatto vedere quello che vale. E’ anche vero che l’Inter dipende molto da loro due. Te l’ho detto sarà una bella partita perché tutte e due le squadre cercheranno di far qualcosa. La Roma ha qualche difficoltà in più dell’Inter per infortuni e risultato ma mi piace il lavoro che sta facendo Di Francesco, l’Inter ha un allenatore con tanta esperienza e calciatori con tanto ma tanto bagaglio d’esperienza internazionale quindi speriamo di vedere una bella partita».

Fonte: Golditacco.it – Egle Patanè

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE