Brozovic e la nuova Inter di Spalletti: aggrappati al centrocampo, poi i big – R

Articolo di
24 settembre 2018, 10:02
Marcelo Brozovic Sampdoria-Inter

La “Repubblica” ci parla della nuova Inter che Luciano Spalletti sta plasmando su Marcelo Brozovic. Aspettando i big Mauro Icardi e Radja Nainggolan (anche QUI si parla dell’intesa da trovare tra i due, ndr)

TENACIA INTER – Il nuovo slogan dell’Inter potrebbe essere quello lanciato da Marcelo Brozovic. Il riaffermarsi come l’Inter e il non mollare mai, questo il diktat del centrocampista croato. Un’anima nuova per i nerazzurri accusati spesso di non avere una mentalità forte e di essere limitati da un carattere fragile. La vittoria in rimonta contro il Tottenham e la vittoria acciuffata all’ultimo respiro contro la Sampdoria, stanno però, dimostrando l’esatto contrario.

BROZOVIC GUIDA IL CENTROCAMPO – Una squadra in crescita, quella allenata da Luciano Spalletti. Bene i centrocampisti: 8 delle reti dell’Inter portano la firma di Radja Nainggolan, Antonio Candreva, Matias Vecino e Brozovic. Quest’ultimo è proprio l’uomo chiave per il gioco di Spalletti. Le prime uscite non erano sembrate molto felici, partite di molte ombre e poche luci. Brozovic è stato il ritratto dell’anima fragile che l’Inter ha sempre avuto nel cerchio di centrocampo. Il vice campione del Mondo è apparso troppo discontinuo e inaffidabile. Un punto debole a cui l’Inter ha cercato di sopperire cercando giocatori come Arturo Vidal e Luka Modric. Sfumati questi, Spalletti non ha potuto che riconfermare il ruolo che Brozovic si era ritagliato nella scorsa Serie A: un regista basso reinventato.

GIOCATORI DA RIVEDERE – L’Inter non può fermarsi ad aspettare che Mauro Icardi si sblocchi. Perciò Spalletti, ora più che mai, si aggrappa ai suoi centrocampisti. Deve crescere nella condizione e nella partecipazione al gioco Nainggolan. Nella partita contro la Sampdoria, il belga è stato spesso richiamato da Spalletti per andare a ricoprire la corretta zona del campo. Il gol annullato dal VAR gli ha tolto una gioia, ma deve ritrovare lucidità assieme ai compagni di reparto. Il match di domani contro la Fiorentina, squadra che sta dimostrando compattezza e ottime individualità, è un ottimo banco di prova per Brozovic e compagni.







ALTRE NOTIZIE