Branca: “Nessuno come Mourinho. Inter, la finale col Siviglia…”

Articolo di
21 Agosto 2020, 17:49
Marco Branca Inter Marco Branca Inter
Condividi questo articolo

Marco Branca, ex dirigente dell’Inter, ha rilasciato una lunga intervista a “TMW Radio” durante la trasmissione radiofonica Campo Aperto. Tanti i temi affrontati tra l’Inter di oggi e quella del passato

VITTORIE – Branca ha parlato prima delle vittorie in neazzurro: «Sono state tutte vittorie godute fino all’ultimo, devo dire che quella della Champions mi ha dato un sapore particolare, senza tralasciare i cinque Scudetti, le quattro Coppe Italia e Supercoppa e il Mondiale per Club. Quando si chiudono cicli, è piuttosto naturale. Vale per l’Inter, per il Milan, la Juventus… E anche il Manchester United, per esempio. Per costruire qualcosa che funzioni ci vuole anche tempo, oltre alle capacità».

MERCATO – Branca ha poi parlato del mercato pre FPF: «Non c’erano paletti ed in primis contava la volontà del proprietario di acquistare chi proponevo: alcune cose si potevano e non potevano fare, ma dipendeva tutto dalle scelte proprietarie. In seguito, invece, dal bilancio. Moratti non mi faceva spendere quelle cifre… Sotto la mia gestione il giocatore che abbiamo pagato di più è stato Ibrahimovic a 24,7 milioni. Erano altri momenti, però, ed è difficile rapportare ad oggi. Sì, però la campagna del Triplete ce la siamo pagata tutta con Ibrahimovic. Checché se ne dica, il presidente era molto attento. Con il Fair Play Finanziario: non potevamo costruire un certo tipo di squadra, c’era già anche sicuramente l’idea di lasciare. Dal 2011, ma forse pure dal dicembre 2010, dopo la vittoria del Mondiale per Club, c’era già l’idea di poter fare poca progettazione, e la poca voglia di perdere i protagonisti di quel percorso. Abbiamo passato il tempo a cercare di vendere la società e spendere il meno possibile, una cosa semplice».

CAMPONI – «Giocatori come Lucio, Sneijder, Eto’o e Pandev, volevano dimostrare che i club che non li volevano più si stavano sbagliando. Thiago Motta e Milito invece avevano fame di emergere: sei giocatori avevano motivazioni personali, e con uno chef (Mourinho, ndr) di prim’ordine il risultato è stato semplice».

ALLENATORI – Branca ha poi parlato di tecnici:«Partendo dal presupposto che come Mourinho non ce n’è, di sicuro Mancini e Conte si assomigliano di più anche nella velocità della perdita della pazienza. Non che sia per forza un difetto, ma in certi momenti sono piuttosto diretti: a volte è opportuno, la maggior parte no. Ma fa parte delle caratteristiche e della passione che mettono nel loro lavoro. Gasperini, ottimo allenatore, si è trovato nel momento sbagliato della storia dell’Inter, e parzialmente è anche colpa nostra. Non ha potuto sviluppare le sue idee, e probabilmente non c’era neanche questa disponibilità di club e squadra ad affrontare questo cambiamento. Dispiace perché è persona seria, per bene e capace, ma sono contento che ora lo stia dimostrando. Stramaccioni era partito molto bene, poi è stato fortemente penalizzato da una serie di infortuni: ricordo che qualche partita ne avevamo dieci-undici a volte. Era partito bene, con entusiasmo, facendo anche una bella vittoria fuori casa con la Juventus. Poi ha perso un po’ il filo per quello che dicevo».

PRESENTE – Branca ha parlato della finale di quesra sera: «Io credo che l’inerzia dell’incontro, per come sta dal punto di vista psico-fisico, sia verso l’Inter: sono tutti molto convinti. Quando viaggi ad alti livelli difficilmente, se non per un episodio, si può andare incontro a sorprese. Il Siviglia ha molto palleggio, giocatori tecnici alla spagnola, puntano a farti perdere la pazienza e farti commettere qualche errore. Ma per come sono concentrati e come stanno fisicamente, non avranno particolari problemi quelli dell’Inter: ci dovrà essere pazienza».

MESSI – Chiusura su Messi per Branca: «I tifosi dell’Inter ci sperano, così come quelli del Manchester City e del PSG… Chi ha la possibilità di trattare un giocatore del genere ha l’entusiasmo di crederci. Dipende tutto da Messi».

Fonte: tuttomercatoweb.com




© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.