Mondo Inter

Borghi: “Inter-Parma, Conte ha un problema. Su Esposito e Lukaku…”

Inter-Parma avrebbe potuto essere l’occasione del contro-sorpasso sulla Juventus, dopo il pareggio a Lecce (vedi report). Invece gli uomini di Conte si sono fatti ingabbiare dall’organizzazione di D’Aversa, sprecando l’occasione decisiva con Esposito e Lukaku, a pochi minuti dal termine. Questo il commento del telecronista Stefano Borghi, pubblicato sul suo canale YouTube.

OCCASIONE SPRECATAInter-Parma avrebbe potuto concludersi coi nerazzurri di nuovo in testa alla classifica, ma così non è stato. Questa l’analisi del giornalista e telecronista di DAZN Stefano Borghi: «L’Inter, invece di operare il sorpasso, si è fatta ingabbiare dal Parma. È un altro colpo psicologico per l’Inter dopo la sconfitta di Barcellona nel primo vero esame della stagione, dopo la sconfitta interna con la Juventus, arriva questa mancata ripresa, questa mancata possibilità di rimettersi al comando. Ha fatto bene il Parma, addirittura ha subodorato la possibilità di vincerla questa partita; l’avesse vinta, sarebbe stato un qualcosa comunque al di là dei meriti della formazione ducale. Perché l’Inter poi la partita l’ha condotta, il problema è che non l’ha vinta perché l’Inter vista questa sera è stata un’Inter alla quale è mancata un po’ di lucidità».

LA ROSA È CORTA«C’è stato questo tipo di carenza perché la rosa è quel che è, e ce lo ha fatto capire anche Antonio Conte in più passaggi. L’Inter non ha la rosa della Juventus, credo che non abbia neanche la rosa del Napoli. Sicuramente è una squadra che si è ricostruita mettendo dei valori importanti, prendendo un allenatore che sa migliorare chiunque. E l’esempio più chiaro è Antonio Candreva, andato ancora in gol e autore dell’assist per il gol del 2-2. I valori in rosa sono molto alti per alcuni, un po’ meno alti per altri, che dovrebbero dare alternative, vedi ad esempio Cristiano Biraghi ancora una volta presentato al posto di Kwadwo Asamoah, e non è la stessa cosa. I questo momento poi ci sono un po’ di situazioni individuali, ci sono anche un po’ di situazioni episodiche, perché se Sebastiano Esposito avesse messo in porta quella volée su calcio d’angolo sarebbe venuto giù San Siro. Saremmo qui a parlare solo di lui e l’Inter sarebbe prima in classifica».

PIANO CON L’ESALTAZIONE – Borghi ha poi parlato di Sebastiano Esposito, gettato nella mischia anche ieri da Antonio Conte ma incapace di incidere a differenza di quanto fatto in Champions League contro il Borussia Dortmund: «Di Esposito vi dico questo: è un ragazzo che chiaramente per l’età ha delle qualità sia fisiche che tecniche che non possono essere considerati normali. Piace anche per questo tipo di atteggiamento, che sembra quello giusto per un ragazzino che si affaccia a questo tipo di mondo. Però io non sono uno di quelli che fa del sensazionalismo sui giovani, Esposito è ancora tutto da pesare. Ha fatto un’ottima prima in Champions League, è entrato anche in questa sua prima in Serie A facendo bene, ma di fatto togliendo poi a Romelu Lukaku il pallone che avrebbe potuto essere quello della vittoria. Lo aspettiamo tutti Esposito, e siamo molto curiosi di vederlo il più possibile: però occhio a far partire le fanfare perché sono tutti giocatori che vanno ancora pesati».

SEGNARE È L’UNICA COSA CHE CONTA – Infine Borghi dedica qualche parola anche a Romelu Lukaku, autore del gol del pareggio ieri contro il Parma: «A volte è un po’ pachidermico, a volte un po’ impreciso però, se parliamo di centravanti, dobbiamo parlare di numero di gol. E il numero di gol di Lukaku è assolutamente indiscutibile».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale

Articoli correlati

Back to top button

Rilevato Ad Block

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, e si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.