Borghi: “Inter, derby strameritato! La coppia Lukaku-Lautaro Martinez…”

Articolo di
23 Settembre 2019, 17:59
Stefano Borghi Stefano Borghi
Condividi questo articolo

Stefano Borghi ha dedicato ampio spazio al derby Milan-Inter di sabato (0-2) nel video-riepilogo della quarta giornata di Serie A, pubblicato nel suo canale YouTube. Un derby vinto con ampio merito dalla squadra di Conte, grazie alle ottime prestazioni dei singoli, dalla difesa ancora inviolata alla coppia d’attacco composta da Lautaro Martinez e dal bomber Lukaku.

INTER LANCIATA VERSO L’OBIETTIVO – Secondo Stefano Borghi la differenza tra Inter e Milan nel derby di sabato è stata evidente: «Uno spettacolo con delle tinte chiare, perché il derby vinto 2-0 dall’Inter ci ha mostrato prima di tutto una squadra che, seppur con qualche piccola incostanza e con un inciampo fatto in Champions League, è una squadra, è un gruppo già formato, già forgiato, già lanciato verso quello che è l’obiettivo sia tecnico sia numerico, concreto, ovvero quello di ritornare a essere una grande protagonista del calcio italiano e del calcio internazionale. Dall’altra parte, mi verrebbe quasi da dire, anche se non è il caso di esagerare con i termini o di marcare troppo i toni, perché le cose possono cambiare velocemente, però dall’altra parte la sensazione è stata quella di una non-squadra, nel senso che il gruppo di Marco Giampaolo non ha ancora quell’identità spiccata della squadra di Antonio Conte. Ci sono anche delle differenze di valori, perché poi l’Inter ha vinto nettamente il derby riuscendo a imbrigliare un Milan quasi mai pericoloso, anzi mai pericolo, e anche attaccandolo ripetutamente con la qualità dei suoi interpreti».

CHE COPPIA IN ATTACCO – Borghi è rimasto favorevolmente impressionato dalla prestazione di tutti i giocatori dell’Inter, in primis la coppia d’attacco composta dall’argentino Lautaro Martinez e da Romelu Lukaku, a segno all’esordio in un derby di Milano: «Io parto proprio dalla coppia d’attacco: Lukaku era quasi sull’orlo della contestazione, della discussione per un paio di partite non brillantissime, dovute anche a problemi fisici, al fisiologico ambientamento e alla necessaria crescita di condizione. Poi, in un lampo, il grande campione non solo te la risolve, non solo te la chiude, ma lo fa con un gesto di caratura altissima perché il gol di Lukaku è stato veramente un golazo, su palla molto delicata e bella di Nicolò Barella, un altro che sta crescendo, che si sta prendendo i suoi spazi. Ma lo stesso Lautaro Martinez a me è piaciuto: ho molta stima per questo giocatore, sono convinto che debba ancora completarsi per essere veramente un top, ma che abbia tutte le capacità e tutto il tempo per poterlo fare. Lautaro Martinez a mio modo di vedere, e qui vado controcorrente, sta anche dimostrando di potersi integrare molto bene con Lukaku: occupano ancora delle zone equivalenti in certi momenti della partita, ma è normale che Conte debba lavorare su questo. Lautaro è costantemente pericoloso, è un agitatore costante della partita, e con Lukaku al suo fianco può trovare delle condizioni molto utili, ma anche crearle per il partner: io credo che questa sia la coppia su cui insistere, attendendo l’arrivo vero di Alexis Sanchez. Con la crescita di condizione del cileno aumenterà il valore offensivo dell’Inter, che nel frattempo conta su un Matteo Politano che quando viene chiamato in causa risponde. Stefano Sensi continua a non abbassare il livello di prestazione, di strada da fare ce n’è tanta però le conferme sono continue. La difesa, quando quei tre lì giocano davanti a quello lì, diventa un muro che è molto molto difficile da scavalcare».

VITTORIA STRAMERITATA – Vittoria che vale molto di più per Borghi, soprattutto perché dimostra la giusta reazione di orgoglio dell’Inter dopo il brutto passo falso contro lo Slavia Praga«L’Inter è meritatamente là in alto, ha vinto strameritatamente il derby e le indicazioni non possono che essere completamente positive per Conte. Credo che l’aver reagito in questo modo, con questo risultato, con questa prestazione al brutto pareggio di Champions possa anche essere un pieno di benzina per andare ad attaccare questo girone che si è complicato».




© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.