Mondo Inter

Bonolis: «Milan-Inter, 2 punti persi! PIF? Fiducia nella famiglia Zhang»

L’Inter, secondo Bonolis, ha un problema nel concretizzare tutto ciò che crea in attacco e nel derby lo ha pagato. Il noto conduttore, tifosissimo nerazzurro, ha rilasciato un’intervista a Christian Recalcati durante Amala su Radio Nerazzurra, in cui ha parlato anche di Barella e Zhang.

RISULTATI – Paolo Bonolis ha commentato il derby tra Inter e Milan e il rendimento dei nerazzurri nelle grandi sfide: «Sicuramente due punti persi, considerando le occasioni che creiamo e non riusciamo a realizzare. Sono già diverse partite che l’Inter crea l’80% e raccoglie il 20%. Questo è un problema. Il derby l’abbiamo giocato molto bene, contro una squadra rognosa e anche molto fortunata. Però le autoreti ci stanno perché magari ti mettono sotto pressione. Due rigori buttati, quello col Milan e quello con l’Atalanta, più un paio di rigori generosamente offerti dalla casa, come quello con la Juventus e quello con la Lazio, che ci hanno tolto un bel po’ di punti. Non credo che nel calcio possa esistere il risultato giusto, se non ci sono errori arbitrali grossolani che determinano il cambiamento di una partita, chi è causa del suo mal pianga se stesso. Se sbagli così tanto, come fai a parlare di risultato sbagliato? Forse non era giusto quello con la Juventus. Quel rigore sono andati a cercarlo col lanternino. Forse non era giusto il recupero della Lazio con il rigore dato ad Alessandro Bastoni, oltre al fatto che sono passati davanti al cadavere di Federico Dimarco senza preoccuparsene. Nel derby il risultato è giusto perché abbiamo sbagliato e quando sbagli paghi».

Barella in Milan-Inter

ENERGIE – Bonolis ha poi parlato della prestazione di Nicolò Barella nel derby: «Barella ha fatto la partita che ha sempre fatto, di grande intensità e volontà. Ieri aveva un avversario fastidioso davanti, doveva arginare i movimenti di Franck Kessié. Non è stata una partita facile, è difficile che un giocatore possa determinare così tanto il meccanismo di una squadra. C’è bisogno di una mente alveare. Certe volte le giocate ti riescono, altre volte non riescono tutte come vorresti. Barella è una sostanza pura all’interno del centrocampo, poi purtroppo ieri è stata una partita più difficile delle altre. Ma ci mancherebbe altro che ogni partita prenda nove in pagella. Sarebbe un alieno del calcio. È uno straordinario centrocampista che ieri ha dato tutto se stesso ma purtroppo non è venuto tutto quello che voleva. Secondo me è stato ottimo in campo. Quando vedo un giocatore che profonde tutto se stesso, non puoi pretendere che ti riesca tutto quello che vuoi fare. Ci sono anche gli avversari e le circostanze. Non è uno che lesina le energie».

Zhang e il futuro dell’Inter

GESTIONE – Bonolis ha concluso parlando dell’Inter in mano agli Zhang: «Io tifo Inter, nella speranza che le cose vadano sempre nella maniera migliore. Mi auguro che la storia di questa società possa proseguire con la gloria fatta di successi, di insuccessi e di passione che è sempre stata. Non so niente del fondo PIF, né della volontà degli Zhang. Per il momento la famiglia Zhang ha fatto tutto quello che poteva fare, purtroppo ha incrociato un periodo che è stato di immensa difficoltà per tutto il mondo. Con la pandemia, la chiusura degli stadi, la chiusura in Cina della politica internazionale economica. Lasciamo che le persone che ci hanno messo tanto denaro e tanta passione possano fare il meglio che è nelle loro possibilità. Laddove tutto questo non fosse possibile e si dovesse cambiare gestione, cercheremo di capire cosa riuscirà a fare. Ho immensa fiducia nella famiglia Zhang, perché finora ha fatto tutto quello che poteva e doveva fare. Non si possono negare le circostanze, le difficoltà ci sono state, hanno cercato di assolverle prendendo un prestito dal fondo Oaktree e vendendo giocatori importanti. Era necessario farlo e l’hanno fatto. La squadra attuale e il tecnico mi piacciono molto e credo che rimarremo così nel mercato di gennaio. Il prossimo anno, riempiendo nuovamente gli stadi e ottenendo un incasso importante, si potrà tornare a confezionare qualcosa di meglio. Ottavi di Champions League? Dobbiamo andarci».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button