Bonolis: “Inter, manca un uomo di fantasia! Eriksen e Lautaro Martinez…”

Articolo di
26 Aprile 2020, 19:32
Paolo Bonolis
Condividi questo articolo

Bonolis è l’ospite di serata su “Sky Sport 24”, in collegamento con “Casa Sky Sport”. Il noto conduttore e tifoso dell’Inter ha parlato di mercato, di un’eventuale ripresa della Serie A e della squadra attuale

MERCATO INTER IN USCITA – Di seguito le parole di Paolo Bonolis: «Lautaro Martinez al Barcellona e Mauro Icardi alla Juventus? Tante cose prendono corpo in queste situazioni. Innanzitutto la volontà del calciatore e poi la contropartita che la società può ottenere dalla vendita del medesimo. Se il passaggio di Icardi alla Juventus e Lautaro al Barcellona significassero per l’Inter economie e finanze importanti da investire su giocatori nuovi e forti tanto quanto quelli che dovesse mai vendere bisogna vedere dopo cosa succede. Si sono ammainate bandiere più importanti nella storia del calcio. Si può vendere un giocatore molto forte proprio perché rende parecchio. Poi stara all’abilità degli strateghi del mercato individuare i sostituti o con l’eccesso di denaro ricavato vedere dove andare a investire ulteriormente per la squadra».

RIPRESA? – Bonolis poi su un’eventuale ripresa della Serie A: «Non ho idea e non saprei fare previsioni su cosa potrebbe accadere dopo. Credo sia molto particolare l’attenzione e la ricerca che verrà fatta nella ricostruzione fisica e psicologica dei giocatori. Tutto quello che ci è apparso poco prima di doversi fermare potrebbe non essere tale nel momento in cui si dovesse ricominciare».

ROSA – Bonolis infine dice la sua sulla rosa nerazzurra: «All’Inter manca quel giocatore di assoluta fantasia, il trequartista in grado di sovvertire il muro contro muro degli schemi avversari. Quando talvolta il gioco non riesce a diventare utile c’è bisogno di qualcuno che vada al di là degli schemi. I giocatori di potenza e forza è difficile possano farlo. Christian Eriksen? Può farlo se gli lasciano essere ciò che può essere. Se ha il dovere professionale di correre sempre appresso agli avversari e recuperare palla facendo avanti e indietro diventa difficile che possa avere quella lucidità necessaria a mettere a fuoco la sua visione di gioco. Scudetto? Me lo auguro. Bisogna vedere se i vari progetti anche di mercato della squadra non distolgano i professionisti che ne fanno parte dal dovere nei confronti della maglia. Oltre alla preparazione atletica e psicologica».


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE