Mondo Inter

Bonan: «Inter, a Bologna uno shock! Da finale persa ne uscirebbe a pezzi»

L’Inter stasera scende in campo allo stadio Olimpico di Roma alle ore 21.00 contro la Juventus nella finale di Coppa Italia. Bonan, ospite negli studi di Sky Sport 24, fa il punto sia sul derby d’Italia che sulla corsa scudetto che vede i nerazzurri inseguire il Milan a due giornate dalla fine del campionato. Di seguito le sue dichiarazioni

POCA FANTASIA Inter e Juventus stasera si sfidano nella finale di Coppa Italia per quello che sarà il quarto e ultimo confronto stagionale. Alessando Bonan commenta le possibili scelte di Massimiliano Allegri (vedi articolo): «Innanzitutto è una squadra molto concreta, quindi ha bisogno di partire con una squadra quadrata. Due cose sui bianconeri: giusto insistere su Dybala, ci terrà tantissimo a fare una grande partita per proporsi poi al miglior offerente. Lui adesso lavora per la Juventus ma anche per se stesso. Quello che temo per la Juventus è questo centrocampo sostanzioso ma di scarsa fantasia».

SHOCK E RIPRESA – Bonan prosegue analizzando il post Bologna dei nerazzurri: «Inzaghi si fida delle assolute certezze, l’Inter è una squadra che ha subito uno shock a Bologna e non era semplice riprendersi. Tant’è che secondo me quel passaggio a vuoto è stato pagato nel primo tempo contro l’Empoli, ma di bello c’è che l’Inter ha avuto la forza di ripartire ed è una squadra con grandissime qualità. In questo momento sembra ne abbia più della Juventus che però nell’ultimo scontro diretto aveva giocato meglio. Io credo che Allegri questa partita l’abbia preparata bene, all’altezza della Juventus perché se così non fosse sarebbe da dare un brutto voto alla stagione dei bianconeri. Mentre per quanto riguarda l’Inter penso che farà una bella partita, poi il risultato non so quale sarà».

STRADE PARALLELE – Per finire Bonan parla del possibile esito di Juventus-Inter in ottica corsa scudetto: «Un po’ può cambiare perché da un esito negativo l’Inter ne potrebbe uscire a pezzi. Quindi trovare poi la spinta per recuperare sarebbe ancora più difficile per l’Inter, però dipende anche dal risultato del Milan. I rossoneri giocheranno prima, è importante conoscere il risultato del Milan. A quel punto se inciampa con l’Atalanta, a prescindere dall’esito della finale, forse un riscaldamento più veloce l’Inter lo fa. Anche se giocare a Cagliari è durissima. Le motivazioni? Io credo che il Cagliari abbia delle motivazioni di sopravvivenza che sono diverse da quelle dell’Atalanta che però è una squadra arrabbiata e ci tiene a finire bene questo campionato e possibilmente a qualificarsi per l’Europa. Quindi sono due partite contro squadre molto motivate».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh