Biasin: “Vidal specchio del mercato. Kanté? Conte lavorerà su Brozovic”

Articolo di
15 Settembre 2020, 08:22
Fabrizio Biasin Fabrizio Biasin
Condividi questo articolo

Fabrizio Biasin, noto giornalista, ha commentato le dinamiche del mercato dell’Inter nel consueto editoriale per “Tuttomercatoweb.com”. Si parla di Vidal, di Lautaro Martinez e di tante altre cose

TELENOVELA – Ma quando arriva Arturo Vidal? Si chiedono con insistenza i tifosi nerazzurri, dopo che la nuova stagione della serie sembra essere incentrata sulla data delle visite mediche. Per i media spagnoli, il calciatore, nella giornata di ieri, era già pronto a salire su un volo per Milano. Per Gianluca Di Marzio, e la squadra di “Sky Sport”, c’è ancora da aspettare. E allora Fabrizio Biasin prova a dare una risposta, con la consueta ironia: “Vidal sta arrivando. Anzi, è già tra noi. Ieri erano tutti impegnati con gli agenti di Lautaro Martinez. E allora è andato via. Ma oggi torna. Anzi, è già qui. L’Inter pagherà al Barcellona 500 mila euro per il disturbo e farà firmare un sontuoso biennale al cileno. Vidal sta arrivando, è arrivato, arriverà, arrivò. È la prova provata che ‘sto mercato stiamo provando a tenerlo su con le parole e i “decisive le prossime 24/48 ore”. Ma di ciccia ce n’è poca“.

DINAMICHE – Biasin dice una cosa molto interessante, traendo spunto da Vidal, che testimonia un’inevitabile recessione nelle spese per l’acquisto dei cartellini (e non solo): “In questa sessione di mercato – fonte transfermarkt – solo sei club in tutto il mondo hanno un disavanzo cessioni/acquisti superiore a 50 milioni: Chelsea (-149), Benfica (-78), Atletico Madrid (-70), Leeds (-68), Tottenham (-52), PSG (-52). Tutti gli altri contano i centesimi e vogliono vendere, vendere e ancora vendere. Ecco perché ragionare sulla cessione di Lautaro Martinez o di giocatori del suo valore ha pochissimo senso. Se il cartellino di Tizio “vale”, allora Tizio difficilmente potrà essere acquistato. Molto più facile che si vada sui cari vecchi “parametri zero” – cosa che sta accadendo -, sugli scambi – cosa che accadrà negli ultimi 15 giorni di mercato“.

PRODOTTO INTERNO – Le dinamiche di questo mercato, secondo Biasin, sono abbastanza chiare. L’Inter, dunque, dopo Vidal, dovrà fare di necessità virtù, soprattutto a centrocampo dove la coperta non sembra corta come l’anno scorso. L’arrivo di Kanté sarebbe un vezzo per accontentare Conte, che molto più realisticamente dovrà lavorerà con Marcelo Brozovic: “Se comprare non si può – scrive Biasin – è giusto riuscire a far fruttare quel che c’è. Giusto – per dire – che Conte voglia lavorare con “i Kante”, ma nella peggiore delle ipotesi proverà a far funzionare Brozovic che – diciamolo – proprio l’ultimo dei fessi non è (decisamente tra i migliori in Francia-Croazia, giocata proprio contro il centrocampista del Chelsea)“.


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE