Biasin: “Modric (solo ddr) all’Inter rovina le famiglie! Non arriva Barella. Su Keita…”

Articolo di
7 agosto 2018, 12:21
Fabrizio Biasin

Fabrizio Biasin – giornalista di “Libero” e tifoso interista -, nel consueto editoriale del martedì sul portale “Tutto Mercato Web”, si dilunga sul mercato dell’Inter, che continua a sognare Modric, ma intanto prova a chiudere per Keita

MERCATO ROVINA FAMIGLIE – “Ciao. Mancano dieci giorni alla chiusura del mercato poi, purtroppo, inizierà il campionato. Il campionato non interessa a nessuno. A tutti interessa il mercato. […] Il mercato finirà il 17 agosto, ma per fortuna il 18 inizierà immediatamente il mercato infernale (volevo scrivere ‘invernale’, ma il T9 deve avermi letto nel pensiero). La cosa chiara di tutta la faccenda è che siamo arrivati a livelli di malattia del genere che nella home page dei siti dovrebbero scrivere ‘crea dipendenza’ o ‘nuoce gravemente alla salute’. Prendete Luka Modric. Oggi mia madre mi ha chiamato dal mare per farmi sapere che ha fatto amicizia con i vicini di ombrellone e uno parlava solo di ‘Modric all’Inter‘. E allora mi ha chiesto: «L’Inter prende Modric? Così glielo dico e faccio bella figura». Le ho risposto: «Ma ti sei rincoglionita?» e lei ha appeso. Il mercato rovina i rapporti familiari”.

MODRIC DEVE VOLERE L’INTER – “E veniamo al punto: quante possibilità ci sono che Modric arrivi all’Inter? La domanda è mal posta perché non è davvero una questione di ‘possibilità’. L’Inter non ha soldi da investire o, meglio, attualmente non può investire. L’Inter può acquistare solo in regime di prestito (pochi milioni) con diritto di riscatto. Questo è un presupposto dal quale non si può sfuggire. E uno si domanda: «Come fai a prendere Modric se non hai soldi?». Ottima domanda. C’è solo una speranza: Modric deve essere convincente fuori dal campo, tanto quanto lo è in campo. Il dato di fatto è che vuole lasciare Madrid e, questo, è il solo appiglio al quale ci si può aggrappare per sperare nel ‘miracolo’. E’ poco? Sì, lo è, ma cosa avreste pensato se il giorno della finale dei Mondiali vi avessero detto «c’è una possibilità che quel fenomeno lì la prossima stagione giochi nell’Inter?»”.

KEITA NUOVO NOME INTER – “Bisogna aspettare. Noi, quantomeno, perché invece l’Inter non aspetta e porta avanti le sue idee per completare il centrocampo: l’idea è quella di arrivare a un giocatore ‘più giovane di Arturo Vidal e con caratteristiche decisamente diverse’. No, purtroppo non Nicolò Barella. Lo so che sembra il solito gioco del ‘Mister X’ del menga, ma non è che non vogliamo scrivere nomi, è che proprio non lo sappiamo. Anzi uno sì: l’ottimo Alfredo Pedullà dice che i nerazzurri stanno facendo un tentativo per arrivare a Keita Baldé, vecchio pallino di Luciano Spalletti. Si punta a uno scambio con Dalbert o Antonio Candreva, ma non è detto che ci provino in ogni caso. Noi ci fidiamo del buon Alfredo e, quindi, riportiamo fedelmente“.






ALTRE NOTIZIE