Biasin: “L’Inter può infastidire la Juventus record di Marotta! Lavezzi…”

Articolo di
1 gennaio 2019, 14:55
Fabrizio Biasin

Fabrizio Biasin – giornalista di “Libero” e tifoso interista -, nel consueto editoriale del martedì per il portale “Tutto Mercato Web”, apre il 2019 con un punto della situazione semi-serio sulla stagione in corso e sul mercato invernale, partendo dalle polemiche di Inter-Napoli

SIAMO TUTTI KOULIBALY – L’editoriale di Fabrizio Biasin riprende le polemiche dopo Inter-Napoli: “L’ultimo editoriale dell’anno è sempre quello dei bilanci e fa venire il latte alle ginocchia. Questo non sarà da meno. […] L’ultima cosa minimamente seria che volevo dire è che da una settimana ‘siamo tutti Kalidou Koulibaly‘ e ‘siamo tutti Soualiho Meité‘, ma ‘siamo più Koulibaly che Meité e non è giusto!’ e siamo tutti qualcosa o qualcuno ma invece, forse, dovremmo solo imparare a non vergognarci di essere noi stessi. Se sei ‘fatto bene’ non hai bisogno di essere ‘nessun altro’ perché rispetti tutti e hai già il rispetto di tutti, compreso quello di coloro che periodicamente vengono offesi e di sicuro non hanno bisogno di fasce da capitano ‘offerte’ o di attestati di solidarietà che lasciano il tempo che trovano: io ‘non sono Koulibaly’ perché non ho bisogno di farlo sentire ‘specie protetta’ o ‘diverso’ o ‘poverino, diamogli una carezza’”.

MONOPOLIO JUVENTUS – Per Biasin la Serie A è già finita prima di iniziare: “[…] Oggi apre il mercato e allora andiamo sul sicuro: l’Inter è su Ezequiel Lavezzi (ironizza, ndr). Fine della parentesi di mercato. […] La Juventus ha vinto lo scudetto a luglio, ovvero quando la squadra sette volte campione d’Italia (di fila) ha portato a Torino Joao Cancelo, Emre Can e un portoghese di belle speranze del quale non faremo il nome per evitare che qualcuno ci dica ‘ecco, parlate sempre di quel tale’ (Cristiano Ronaldo, ndr). Quella squadra lì, la Juventus, ha chiuso il girone d’andata con 53 punti (17 vittorie, 2 pareggi, 0 sconfitte), ha ‘sofferto’ solo con Genoa, Atalanta, per un tempo con l’Inter, dieci minuti con il Napoli, un po’ con la Sampdoria, parecchio con il ChievoVerona (ma era la prima giornata). Per il resto ha più o meno passeggiato, ma non con l’atteggiamento arrogante di chi pensa ‘me ne fotto’, semmai con la consapevolezza delle grandi (‘accelero e rallento a seconda di quel che serve’)”.

INTER DI SUNING – Biasin ha sempre più fiducia nella nuovo corso nerazzurro con la proprietà Suning: “[…] Chi può dare fastidio ai super scudettati? […] L’Inter? Ecco, l’Inter. I nerazzurri una possibilità ce l’hanno, ma nel prossimo futuro dovranno essere bravissimi, attentissimi e ‘cazzutissimi’. I cinesi che, si diceva, ‘scapperanno presto’ sembrano intenzionati a fare sul serio; il nuovo AD Sport Beppe Marotta ‘sa come si fa’ (la Juventus dei record è in gran parte merito suo); la UEFA a partire da giugno allenterà la morsa del ‘non potete’ e ‘guai a voi se investite’. Ecco, nel prossimo futuro i nerazzurri sembrano i più indicati a dar fastidio ai marziani piemontesi, almeno sulla carta”.

Condividi questo articolo

Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer





ALTRE NOTIZIE