Mondo Inter

Biasin: “Inter, Marotta copia la Juve! Un big via. Barella vicino, Dybala…”

Fabrizio Biasin – giornalista di “Libero” e tifoso interista -, nel consueto editoriale del martedì per il portale “Tutto Mercato Web”, spiega in che modo Marotta vuole cambiare la mentalità dell’Inter, a partire dai nuovi profili cercati sul mercato, dove il sogno è il “suo” Dybala

MODELLO JUVENTUS – L’editoriale di Fabrizio Biasin non può partire dai tre argomenti più caldi delle ultime ore: “[…] Comunque, il Festivàl di Sanremo è un avvenimento molto pericoloso e, infatti, alla fine sono tornato volentieri a Milano e mi sono rituffato nelle mie cose calcistiche. Appena sceso dal treno sono finito in trasmissione e la prima domanda è stata: «L’Inter ha molti problemi, sembra proprio che non ci sia soluzione, come si fa ora? L’Inter è nei guai, come si affronta la crisi? Eh? Eh? Eh?». Ho pensato che Achille Lauro non è un drogato, ma io invece dovrei cominciare. […] La Juventus ha ufficialmente preso Aaron Ramsey. […] E uno dice: perché Ramsey non l’ha preso nessun altro? Semplice: nessuno in Italia può permettersi un ingaggio siffatto, così come nessuno può dire a un giocatore: «Senti, ti paghiamo uno sproposito per giocare con Cristiano Ronaldo». Beata la Signora, che ci volete fare, ma non pensate che dipenda dalla fortuna: per arrivare a quel punto a Torino si sono fatti un popò non indifferente, hanno indovinato i piccoli acquisti, vinto, aumentato il fatturato, sono passati ai ‘medi’ acquisti, poi a quelli grandi e grandissimi. L’unica soluzione per gli altri, più che ‘invidiare’ o ‘accusare’ è provare a ‘copiare’, ma questa cosa, va detto, è molto più facile scriverla che metterla in pratica. Di sicuro ci proverà Beppe Marotta, che della Juventus è stato principale ‘benefattore’. All’Inter si è ritrovato una situazione complicata, ma del resto non pensava certamente di finire nel Paese dei Balocchi”.

MERCATO MAROTTA – Biasin spiega la rivoluzione di Marotta: “L’AD Sport non ha certamente apprezzato l’uscita di Luciano Spalletti su ‘Mauro Icardi e il rinnovo da portare a termine’ e, certo, dovrà utilizzare tutta la diplomazia del caso per tenere calme le acque nell’ottica dei due obiettivi stagionali ancora da raggiungere: 1. la qualificazione alla prossima Champions League; 2. un cammino in Europa League che sia il più possibile ‘virtuoso’. E poi? Poi sarà il momento dei cambiamenti: dentro lo spogliatoio e pure fuori. Un giocatore tra quelli ‘importanti’ è probabile che venga sacrificato per dare il via a un nuovissimo mercato ‘in entrata’. Ve lo dice uno che in passato ha sempre scritto ‘nessuno verrà sacrificato, fidatevi’, ma questa volta intuisce un cambio di atteggiamento: per arrivare a cambiare la ‘testa dello spogliatoio’ serve più di un ritocco, servono giocatori giovani e comunque costosi (Nicolò Barella è vicino; Federico Chiesa meno, ma piace assai; Paulo Dybala un sogno marottiano assai difficile realizzare, ma reale) e altri che portino esperienza maxima (Diego Godin, ma non solo). Il sottoscritto detesta le balle del compra-vendi, ma la prossima sessione di acquisti sarà certamente significativa (badate bene: non clamorosamente dispendiosa, ma rivoluzionaria quanto a ‘pilastri cui affidare il definitivo salto di qualità’)”.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Place this code where you want the "Below the article_Feed" widget to render:
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh