Biasin: “Inter, Malcom piace ma Ausilio lavora ad alternative. Icardi…”

Articolo di
3 luglio 2018, 00:59
Fabrizio Biasin

Nel suo editoriale per il sito “TuttoMercatoWeb” il giornalista Fabrizio Biasin ha dato cinque notizie riguardanti l’Inter: le principali riguardano il fatto che per Mauro Icardi si vada verso un non utilizzo della clausola rescissoria da centodieci milioni di euro (valida solo per l’estero entro domenica 15) e che Malcom non sia l’unico obiettivo come esterno destro.

CAMBIO DEL MESE – “Siamo nel periodo della clausola di Mauro Icardi. Il periodo della clausola di Icardi arriva dopo il periodo in cui Piero Ausilio ha venduto anche le mutande del barista di Appiano Gentile per creare plusvalenze e soddisfare l’UEFA. C’è riuscito alla grande e in contemporanea ha anche completato un lotto di cinque acquisti del genere ‘buttali via’ (Radja Nainggolan, Matteo Politano, Kwadwo Asamoah, Stefan de Vrij e Lautaro Martínez). Il lavoro del DS nerazzurro è stato enorme e di sicuro non è finito, ma possiamo già azzardare un primo bilancio e buttare là altre cose: 1) Tutti dicevano ‘l’Inter è alla frutta e entro il 30 giugno deve vendere’, al momento ha venduto solo giovanotti e comprato potenziali titolari. 2) Per molti Icardi doveva già essere a Madrigi (metà a Madrid, metà Parigi) e, invece, per il momento è ancora lì bel sereno. 3) ‘Il cinese cattivo Zhang’ forse è davvero cattivo, ma scemo no, e sa quel che fa. 4) Malcom eccome se piace, ma serve tempo e, comunque, Ausilio lavora ad alternative. 5) Tutti vogliono Rafinha, la petizione online (#riprendiRafinha) è la dimostrazione che gli sono bastati sei mesi per conquistare tutti: c’è chi non ci riesce in una vita”.






ALTRE NOTIZIE