Mondo Inter

Biasin: “Inter-Juve? Ora pensare a Barcellona. Da Conte messaggi chiari”

Fabrizio Biasin, giornalista di “Libero” e tifoso nerazzurro, nel consueto editoriale su “Tuttomercatoweb” ha affrontato i temi d’attualità delle squadre di Serie A tra cui ovviamente l’Inter di Conte in vista della doppia sfida contro Barcellona e Juventus

INTER – Di seguito i passaggi dell’articolo di Fabrizio Biasin sui temi nerazzurri: “Comunque sì, è la settimana di Inter-Juve. C’è chi pensa (e dice) che a Conte del match di domani a Barcellona freghi relativamente, anzi, nulla. Dicono: ‘A Conte interessa solo il campionato, è fatto così’. Non son mica d’accordo. Ma come, sei in Champions e te ne fotti? E allora il turnover contro la Samp a cosa è servito, a confondere le acque? Non scherziamo. E poi, parliamoci chiaro: se entri al Camp Nou con l’atteggiamento di chi pensa ai fatti suoi rischi gli sberloni e gli sberloni ti consegnano in pasto ai media e i media ti massacrano fino a domenica e, suvvia, sarà mica questo il modo migliore per arrivare alla partita di San Siro”.

BARCELLONA-INTER – “L’Inter in Spagna darà il massimo, poi penserà al resto. Intanto Conte con la formazione di sabato ha lanciato messaggi chiari: tutti quelli che fanno parte della rosa sono utili alla causa e non solo a parole. E quindi ecco Bastoni, Gagliardini e benvenuto pure a Sanchez. L’idea di ‘gruppo’ è centrale nella testa del tecnico e vedremo se basterà per contrastare i pluri-campioni d’Italia”.

JUVENTUS – “La Juve, quindi. Tutti quanti faranno a gara per dire ‘lo scontro di domenica non è decisivo’ e in effetti è così. Ci mancherebbe. Il dato di fatto, però, è che il risultato condizionerà opinioni e sentenze da qui alle prossime settimane (incombe la temibile ‘pausa per la Nazionale’). Prendete Sarri. La Juve ha praticamente vinto sempre, ma son tutti lì a dire ‘Sì, beh, però, la Juve, mah, boh’. Eccetera. C’è diffidenza, insomma, come se vincere non bastasse più (‘sì ma il bel giuoco?’). L’ossessione del bel giuoco è una bella rottura di balle, soprattutto la pretesa di vederlo subito: ‘Oh, ti chiami Sarri, caccia il bel giuoco’. Come se tutto fosse automatico: hai campioni, hai le idee, ora facci divertire. Il dato di fatto è che anche la Juve in questo momento preferisce badare al sodo e ben fa: i competitor aumentano (Napoli e Inter fanno sul serio), dare la priorità all’estetica, almeno per il momento, avrebbe davvero poco senso”.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale

Articoli correlati

Back to top button

Rilevato Ad Block

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, e si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.