Mondo Inter

Biasin: “Icardi-Inter, doppio tradimento e rivoluzione! Addio probabile. E Conte…”

Fabrizio Biasin – giornalista di “Libero” e tifoso interista -, nel consueto editoriale del martedì per il portale “Tutto Mercato Web”, fa il punto sulla situazione in casa Inter, sostenendo che la rivoluzione Marotta non tenga conto né di Spalletti (rimpiazzato da Conte) né di Icardi, quest’ultimo più vicino all’addio

DOPPIO TRADIMENTO – L’editoriale di Fabrizio Biasin parte dal principale caso nerazzurro: “Buondì, la Roma sta giocando contro il Bologna, nel frattempo Wanda Nara brucia in un camino le foto di lei con Mauro Icardi. Pare sia un’usanza per scacciare le maledizioni. Io insisto: meglio i gin-tonic. […] E Fabio Paratici? Vuole davvero Icardi? Forse sì, magari invece no. In fondo sa perfettamente che (detto simpaticamente) ‘rompere le balle’ agli avversari non costa nulla… e a volte serve. Quarta cosa: le questioni interiste. L’Inter ha vinto tre partite in otto giorni, ma questa cosa interessa molto poco alle masse (bah…). Tutti parlano del caso-Icardi. Il caso-Icardi è molto semplice: la pace tra le parti è assai difficile perché lui si sente ‘tradito’ dalla società e la società si sente ‘tradita’ dal giocatore. Al di là delle parole è veramente difficile trovare un punto di incontro, in particolare con l’allenatore (Luciano Spalletti, ndr). Se il gruppo (croati a parte) non ha alcun problema con l’argentino, il tecnico sembra non aver digerito affatto le recenti dichiarazioni di Wanda («Non capisco perché non ha fatto giocare di più Lautaro Martinez»). Il tecnico è giustamente incazzato e lo ha fatto capire anche nel post Inter-Sampdoria («doveva venire nello spogliatoio»). Insomma, la situazione è tutto tranne che risolta ed è veramente difficile immaginare quando Icardi potrà rimettere piede in campo”.

ASPETTANDO CONTE – Il possibile addio di Icardi non sarà l’unico in casa Inter, Biasin è certo che salteranno diverse teste, a partire dal cambio in panchina: “A giugno il divorzio è assai probabile, resta solo da capire quale possa essere la destinazione del giocatore. Di sicuro non la Juventus, del resto l’AD Sport Beppe Marotta e Steven Zhang sono stati molto chiari a tal proposito. Ecco, Marotta: la disciplina è infine arrivata ad Appiano Gentile sotto forma di ‘chi sgarra paga’ e ‘il gruppo viene prima del singolo’. Per questo il ‘trattamento Icardi’ è probabile che venga riservato anche ad altri giocatori ritenuti, diciamo così, ‘non impeccabili’, così come è ancora più probabile che a giugno si realizzi una vera e propria rivoluzione a più livelli. Ben sapete che da sempre il sottoscritto parla dell”ombra di Antonio Conte su questo o quell’allenatore’ come di una costruzione giornalistica realizzata a tavolino per riempire le pagine dei giornali in tempi di magra. Ebbene, in questo specifico caso, la ‘ciccia’, c’è: contatti informali ci sono già stati, quelli formali dovrebbero avvenire in un futuro non lontano (e lontano da sguardi indiscreti…). Totale: Marotta vuole vincere, per farlo intende utilizzare il metodo che meglio ha funzionato in Italia negli ultimi sette anni e che, guarda caso, porta il suo nome. P.S. Auguri per i tuoi 26 anni Icardi, di cuore, dal sottoscritto che ti segue da quando facevi pio pio a Barcellona e, magari, anche da tutti quelli che pensano che un rapporto incrinato non possa far dimenticare cinque anni di sofferenze e gioie vissute assieme”.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Place this code where you want the "Below the article_Feed" widget to render:
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh