Bertolino: «Eriksen più bel acquisto! Guaio assenti Inter? No, presenti Juventus»

Articolo di
1 Febbraio 2021, 23:12
Eriksen - Inter-Milan Coppa Italia - Copyright Inter-news.it - Foto Tommaso Fimiano Eriksen – Inter-Milan Coppa Italia – Copyright Inter-news.it – Foto Tommaso Fimiano
Condividi questo articolo

Bertolino – comico e tifoso interista -, intervenuto sulle frequenze di Radio Nerazzurra, non si sbilancia sulla partita contro la Juventus, anche se confida molto in Eriksen. I pericoli per l’Inter non arriveranno dai propri assenti, bensì dalle “novità” bianconere. A fine articolo è accessibile il contenuto audio dell’intervista a Bertolino

PARTITA DIVERSA – Lo spunto dato da Enrico Bertolino su Inter-Juventus è interessante: «Ci saranno un po’ di differenze, in positivo. Per loro più che altro, perché credo che rientreranno tutti quelli che erano assenti prima a causa della quarantena. Rientreranno Juan Cuadrado e Alex Sandro, e aumenterà di certo la pericolosità della rosa. La nostra invece sarà penalizzata da due assenze, che sono pesanti, e che sono quelle di Romelu Lukaku e Achraf Hakimi. Credo che peseranno di più i loro recuperi perché vanno a completare una fascia di campo dove hanno sofferto molto nella scorsa partita. Proprio su quella fascia dove correva Hakimi ci sarà Cuadrado e non ci sarà Hakimi. Per cui credo che sarà la prima partita, che dovremo giocare a Milano, quella più complessa e complicata. Poi però siccome è andata e ritorno, dovremmo resistere bene su questa, per poi rimetterla a posto a Torino».

COLPO INVERNALE – Si parla ovviamente di Christian Eriksen e, a differenza di Paolo Bonolis (vedi intervista), Bertolino è entusiasta: «Sarebbe il più bel acquisto, visto che di altri non se ne possono fare perché i portafogli si son prosciugati. Direi che l’acquisto più bello ce l’abbiamo in casa. Sarebbe il caso, dopo un anno esatto dall’arrivo, che Eriksen potesse esprimere quello che sa fare. Bisogna dare lui anche del minutaggio perché probabilmente – l’ha detto anche Antonio Conte in conferenza -, non è importante avere uno che calci le punizioni. Questo non è il football americano o rugby. Questo è calcio e bisogna dare un contributo completo alla squadra. Credo che la squadra gli voglia bene, perché le celebrazioni dopo il gol nel derby sono state sintomatiche in questo».

SCARAMANZIA – Tornando sulla doppia semifinale di Coppa Italia, come fatto da Tommaso Berni (vedi intervista), Bertolino rifiuta di ipotizzare il risultato finale: Bertolino: «Il pronostico non me lo estorcerete mai. I pronostici ti si ritorcono sempre contro. Se lo azzecchi, incominciano a chiedertelo ogni giorno. Se lo sbaglio, dicono che porti sfortuna. Io sono molto scaramantico in questo, non mi sbilancio. Spero solo di vedere una squadra che abbia voglia di giocare, come ha dimostrato nel derby. Come ha dimostrato, per tenacia, anche con la Fiorentina ai supplementari di Coppa Italia. Mi piacerebbe vederlo, perché la Coppa Italia per noi è una competizione importante. Perché l’altra purtroppo non c’è più. E pertanto bisogna cercare di portare a casa un trofeo, in quanto non si può andare giù con degli alibi con una squadra come la nostra».

Ascolta “Sensazioni & Speranze: Inter – Juventus Coppa Italia 20/21 – Enrico Bertolino” su Spreaker.




© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.