Mondo Inter

Bergomi: “Frasi Wanda Nara? Io salutavo il mio agente! Icardi-Inter…”

Ospite di “Sky Calcio Club”, l’ex capitano dell’Inter Giuseppe Bergomi ha ovviamente parlato di chi vestiva la sua fascia fino a mercoledì mattina, ossia Mauro Icardi. Piuttosto duro il suo commento nei confronti delle parole di Wanda Nara, che non si sarebbe dovuta permettere di rendere pubbliche le questioni di spogliatoio.

DICHIARAZIONI PESANTIGiuseppe Bergomi dà a Wanda Nara e Mauro Icardi la principale responsabilità della situazione, anziché all’Inter: «Di cosa stiamo parlando? Lei ha detto “Preferisco uno che gli dà cinque palloni piuttosto che il rinnovo”, per me è grave. Se il mio agente avesse detto questa cosa io lo salutavo il giorno dopo, come si permette? Poi la faccia devo mettercela io con lo spogliatoio. Ai Mondiali del 1982 una persona per una dichiarazione su un giornale, lesiva del gruppo, non ha più giocato: questo per dire quanto Enzo Bearzot mi aveva spiegato l’importanza del gruppo. Per me è un secondo papà, io l’ho perso molto giovane e per me Bearzot è stato un secondo papà. Il capitano? Vuol dire che tu devi essere un esempio postiivo per tutti, che ci devi sempre mettere la fascia. L’esempio dev’essere fatto in mille maniere: io sono stato capitano in una squadra dove sentivo che i leader erano Lothar Matthaus, Andreas Brehme, Walter Zenga, Nicola Berti. Io ero leader silenzioso, attraverso i comportamenti, dovevo far capire ai giovani e agli stranieri che arrivavano qual era il senso d’appartenenza. Sotto l’aspetto della professionalità abbiamo sempre detto che si è sempre comportato bene, ma forse non è sufficiente e devi avere un altro tipo di comportamento. Io devo prendere le parole di Giuseppe Marotta: quando tu entri in uno spogliatoio e chiedi scusa io non porto più rancore, quindi vado avanti. L’unica cosa è che ho letto, e mi sembra paradossale, è che lui si aspetta le scuse dell’Inter: se è così non ha capito niente. Secondo me la vanno a ricomporre la cosa, su un giudizio tecnico l’Iner ha bisogno di Icardi. Ho visto Lautaro Martinez ed è una bella seconda punta, perché prima punta è un metro e settantatré, diamogli tempo perché è un ragazzo del ’97 ma lo vorrei accanto a un altro. Secondo me ci ha provato, poi hanno visto che i toni si alzavano sempre di più e sono andati a prendere questa decisione».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh