Bellinazzo: “Serie A, realistici gli scenari pessimistici. Persa un’occasione”

Articolo di
25 Marzo 2020, 07:42
Marco Bellinazzo
Condividi questo articolo

Bellinazzo, giornalista del quotidiano “Il Sole 24 Ore”, è dubbioso sulla ripresa della Serie A. In collegamento con “Sportitalia Mercato” ha segnalato i problemi economici per le società e le difficoltà a riprendere il campionato.

STOP VICINOMarco Bellinazzo è pessimista: «Devo dire che più passano le giornate e più diventano realistici e probabili gli scenari che sembravano più pessimistici. Chiaramente l’allungamento dei tempi è evidente, rispetto anche alle prime ipotesi di ripresa, e diventa complicatissimo trattenere i giocatori e non farli allenare, soprattutto quelli che sono lontano dalle famiglie. Di conseguenza si stanno creando delle condizioni difficili da accettare anche per i tifosi, che speravano nella ripresa e si trovano davanti a queste situazioni che sembrano da sciogliete le armi. A mio avviso bisogna essere molto chiari: in questo momento lo scenario che sta maturando, al di là delle dichiarazioni ufficiali, è quello per cui ci sia uno stop alla Serie A. Ci sarebbe un’ultima possibilità, se il calo dei contagi fosse sensibile nel corso del mese di maggio, di recuperare le giornate che mancano».

OCCHIO AL DOPO – In caso di blocco ci saranno problemi ulteriori a livello economico. Per Bellinazzo la Serie A poteva fare meglio: «A mio avviso si è persa un’occasione, quella di rilanciare il calcio con play-off e minori partite. Avrebbe dato una spinta innovativa, magari cristallizzando le posizioni europee con le prime quattro squadre. L’impatto economico rischia di essere più pesante nella prossima stagione, perché per dichiarare chiusa una pandemia è necessario superare due periodo di incubazione più tre mesi dalla fine dell’emergenza sanitaria. Non credo che prima della fine dell’autunno ci possano essere decreti che aprano gli stadi contro le indicazioni dell’OMS. C’è il rischio che i danni economici, ora a centocinquanta milioni di euro se si chiudesse il campionato a porte chiuse, ma potrebbero arrivare a seicento, portino tante controversie».

COME RISOLVERE? – Il calcio italiano rischia di collassare. Bellinazzo spiega le mosse possibili: «Evidentemente la soluzione più semplice, spero però che nasca in una chiave condivisa, è il taglio degli stipendi. Col 20% in meno su una stagione intera si risparmierebbero trecento milioni, una cinquantina per questa parte di stagione. Già col 20% si riuscirebbe, per me, a dimezzare le perdite fra club e calciatori, avviandosi alla nuova stagione dove questo macigno ci sarà ancora. Sarà un macigno anche psicologico: non vedo la possibilità economica, ma neanche la voglia, da parte delle persone di riempire gli stadi. Sarà un problema per Serie A, Serie B e Serie C, rischia tutta la piramide calcistica italiana».


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE