Bellinazzo: “Inter destinata a guidare l’Italia con la Juve di CR7! Mario Merola…”

Articolo di
20 marzo 2019, 22:18
Marco Bellinazzo

Marco Bellinazzo – giornalista del “Sole 24 Ore” -, ospite all’Università “Alma Mater Studiorum” di Bologna per un incontro sul mondo del calcio e dell’economia, analizzando gli effetti positivi generati dall’acquisto di Cristiano Ronaldo, indica l’Inter e il Milan sulla strada della Juventus per il futuro. Ecco quanto raccolto dall’inviato di Inter-News.it

SUPER CHAMPIONS – L’analisi di Marco Bellinazzo è già proiettata al calcio (internazionale) del futuro: «L’acquisto di Cristiano Ronaldo non ha motivazioni tecniche, ma sedersi al tavolo delle grandi d’Europa aumentando il proprio fatturato: l’acquisto del portoghese è un acceleratore, così recupera almeno sette anni. L’obiettivo della Juventus di Andrea Agnelli è la Super Champions a partire 2024, per l’Italia la situazione è già chiara: oltre alla Juventus parteciperanno Inter e Milan, mentre il quarto posto è un bilico».

SUNING PRESENTE – Bellinazzo non ha il dubbio sul ritorno delle tre grande sorelle del calcio italiano: «Insieme alla Juventus, l’Inter di Suning e il Milan saranno le squadre destinate a guidare il calcio italiano in Europa grazie al bacino del pubblico, agli investimenti delle proprietà e alle capacità dei dirigenti. L’attuale dirigenza dell’Inter, così come quelle di Juventus e Milan – anche se non sono convintissimo di come si adatterà la componente “inglese” in Italia -, e pure quella della Roma hanno struttura dirigenziale con la mentalità di creare un’azienda, con trecentocinquanta-quattrocento dipendenti, non l’aziendina familiare con quaranta dipendenti, quindi hanno una prospettiva moderna e futura».

PLUSVALENZE A BILANCIO – Uno degli argomenti più chiacchierati di questo periodo è il viavai di giocatori, Bellinazzo prova a smorzare le polemiche: «Le plusvalenze vanno bene, basta che non siano fittizie. Le ultime plusvalenze della Juventus vanno lette come quelle fatte dall’Inter in estate con i giovani della Primavera, non esistono parametri in prospettiva per dare un giudizio preciso sulle valutazioni fatte oggi. L’unica cosa evidente è che ultimante ci sono troppe plusvalenze nel sistema calcio italiano per sistemare i buchi di bilancio…».

ESPOSITO E MEROLA – Infine, Bellinazzo non risparmia un’osservazione sulla sua terra d’origine sfruttando l’assist dell’Inter in Europa League: «L’altra sera ho visto visto Inter-Eintracht Francoforte e nella ripresa ho visto entrare Antonio Esposito e Mario Merola, cioè i nomi non li so (Sebastiano Esposito e Davide Merola, ndr), ma i cognomi erano Esposito e Merola (ride, ndr): la Campania come terra offre questi talenti, anche Gianluigi Donnarumma è di quelle parti, ma poi non ha le strutture per fare crescere nel posto questi giovani, da cui magari trarre beneficio in futuro».

Fonte: Inter-News.it

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE