Beccalossi: “Tottenham? Senza San Siro no rimonta. Corso e Recoba…”

Articolo di
29 settembre 2018, 12:33
Evaristo Beccalossi

Evaristo Beccalossi, ex centrocampista dell’Inter, insieme ad Antonio Candreva (qui la sua intervista) è il protagonista del Matchday Programme di Inter-Cagliari. Ecco i suoi ricordi

RIMONTA – «Inter-Tottenham? L’Inter è questa cosa qui. Con San Siro che di dà quel 30% in più, con una scintilla che parte dalla curva e arriva ai giocatori. Ti dico una cosa: con un altro stadio o altri tifosi quella partita non la raddrizzavamo».

RICORDI – «Il mio gol al Cagliari nell’80-81? Quel gol ha sorpreso anche me. Ero partito per fare un’altra cosa. Prendo palla, parto da centrocampo. Ne salto uno, ne salto due. Poi faccio partire un destro che davvero…Penso sia stato il gol più bello con l’altro piede. Quel gruppo lì era incredibile. In Coppa Italia mi ricordo che abbiamo fatto un ribaltone contro la Roma. Non ci credeva nessuno, tranne noi. Poi, a fine stagione, l’abbiamo alzata. Quella squadra, secondo me, giocava da Dio».

MANCINI – «Il miglior mancino? Mario Corso, al primo posto. Lui aveva un modo di trattare la palla che non ho mai visto altrove. Dopo di lui metto il Chino Recoba. Lo sfidavano dicendo: Chino mettila lì. E lui, pam, la metteva».

 

 







ALTRE NOTIZIE