Beccalossi: “Inter, mi si è riacceso il cuore. Karamoh va gestito”

Articolo di
16 febbraio 2018, 00:36
Evaristo Beccalossi

Ospite di “Calcio & Mercato” su Sportitalia, l’ex giocatore dell’Inter Evaristo Beccalossi ha parlato del momento della formazione nerazzurra, tornata alla vittoria domenica contro il Bologna dopo oltre due mesi di digiuno. Secondo lui le novità proposte da Luciano Spalletti, Yann Karamoh e Rafinha Alcântara, avrebbero ridato smalto alla squadra.

NUOVA LINFA«L’Inter? Nella prima parte sono stati dei fenomeni a trovarsi primi in classifica con una squadra che secondo me non era all’altezza di Juventus e Napoli. È stato fatto un percorso importante come squadra corta, aggressiva e con spirito di sacrificio, negli ultimi due mesi aveva perso un po’ di fiducia e situazioni che non mi convincevano. Forse è stata la prima volta che mi si è riacceso un po’ il cuore: Rafinha Alcântara che non è al 100% è entrato e ha fatto quattro-cinque colpi, il ragazzino Yann Karamoh non sarà bravo tatticamente perché va gestito. Andiamo a lavorare su questi perché l’impressione è che ci si stava appiattendo un po’ troppo».







ALTRE NOTIZIE