Beccalossi: “Icardi? Inter non cerchi colpevoli, ma abbassiamo i toni! Godin…”

Articolo di
25 febbraio 2019, 14:13
Evaristo Beccalossi

Evaristo Beccalossi – ex centrocampista dell’Inter e attuale Capo Delegazione dell’Italia Under 19 – commenta lo scandaloso arbitraggio di Fiorentina-Inter e la situazione Icardi, senza far mancare una frecciatina alla Juventus per Godin

REAZIONE POSITIVA – I due punti persi a Firenze non vanno giù a Evaristo Beccalossi: «Con il VAR l’errore lo vedi perfettamente, a occhio nudo è difficile. L’ultimo rigore sembra petto pieno: Danilo D’Ambrosio muove il braccio, ma con il mezzo tecnologico vedi che non la tocca. Dopo un periodo di appannamento l’Inter ha dato una bella risposta, vincere a Firenze sarebbe stato importante, all’Inter mancano due punti importanti perché dietro le altre (Milan e Roma, ndr) non stanno perdendo colpi. Il Milan preoccupa in questo momento, ma bisogna stare attenti dietro alle romane: Inter e Milan non possono andare più in là del terzo e quarto posto. Il discorso di Ivan Perisic è legato a quello di Radja Nainggolan, sono i due che devono fare la differenza nell’Inter con la loro qualità. Diego Godin mi sembra un’ottima operazione per come si è presentata, come difensore si conosce: contro la Juventus ha fatto un’ottima prova (sorride, ndr)».

ABBASSARE I TONI – Beccalossi dà un consiglio a tutti, in particolare all’ex capitano nerazzurro, per risolvere la questione senza altri danni: «Ci sono delle situazioni contrattuali e societarie, Mauro Icardi che va recuperato perché è un giocatore importante, dall’esterno non sappiamo cos’è successo di preciso nello spogliatoio, ma bisogna abbassare i toni. Secondo me ci sono altre cose rispetto al contratto, qualcosa che ci sfugge. Io sono stato giocatore, so cosa significa: Icardi è uno che ha sempre dovuto dimostrare qualcosa e l’ha fatto, giusto che la società lo premi a livello contrattuale, ma tutto il resto dev’essere risolto con la società. Mi è sempre piaciuto il leader silenzioso, ma in questo momento non voglio sapere niente: voglio che la società faccia la società, Icardi torni a giocare e fare ai gol, per mettere a posto le cose. Chi è lì deve mettere mano alla situazione e risolverla: non cerco nessun colpevole».

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE