Mondo Inter

Barzaghi: «Lautaro Martinez, spallate a una definizione. Inter sul pezzo»

Matteo Barzaghi ha commentato, nel corso di “23” su Sky Sport, l’intervista di Lautaro Martinez (vedi articolo). Il giornalista ha dato le sue sensazioni sull’argentino, con cui ha spesso a che fare ad Appiano Gentile e in occasione delle partite dell’Inter.

CRESCITA NETTAMatteo Barzaghi vede grandi miglioramenti del Toro: «Lautaro Martinez, che da quando è arrivato ha subito fatto vedere grandi doti, è rimasto nei primi mesi nel limbo di dove può arrivare. A volte dà l’impressione che possa diventare un campione, altre quando non segna pensi non sia così forte. Quest’anno ha dato una spallata a questa definizione: nel derby, dove l’Inter si consacra prima e segna una doppietta. Lì forse ha preso la spinta verso un primo piano a livello internazionale».

CAMBIO DI ROTTA – Barzaghi ricorda gli inizi: «Quando lui ha iniziato a lavorare con Luciano Spalletti, che sicuramente gli ha insegnato tanto come attaccare la porta, non funzionava bene. Allora Spalletti, avendo Mauro Icardi con più esperienza, all’inizio ha lasciato Lautaro Martinez più in panchina. Poi ha giocato, quando con Icardi si sono rovinate le cose. Antonio Conte è il classico allenatore che lo prende in mano durante l’allenamento, lo porta vicino a Romelu Lukaku e gli insegna questo tipo di gioco».

QUESTIONE CHIARITA – Barzaghi torna sulla discussione fra Conte e Lautaro Martinez in Inter-Roma: «Ci sta che parta una parola o uno sfogo. Secondo me bisogna parlare del fatto che l’Inter, con lo scudetto già vinto, sia ancora sul pezzo e si arrabbino. Questa è l’Inter di Conte, poi non mi aspettavo la mattina dopo il match di pugilato. L’Inter, se non dovesse trovare un partner, due o tre giocatori per fare plusvalenze li deve trovare».

L’ACQUISTO – Barzaghi racconta come fu preso Lautaro Martinez: «La prima volta che l’Inter lo va a vedere è il 2016, con Pierluigi Casiraghi, che dice di prenderlo subito. Piero Ausilio va a febbraio 2018 a vederlo, in una partita con l’Huracan: fa tre gol e si procura un rigore. Ausilio lo inquadrano e a ogni gol era sempre più bianco. In quella partita c’era il Borussia Dortmund, che inizia a mandare mail per avere un vantaggio. Ausilio riesce ad avere un vantaggio e assicurarsi il sì del giocatore, il giorno dopo va dal presidente del Racing. Riesce, all’ultimo, a strappare la firma e corre verso l’aeroporto per salire in aereo col contratto arrotolato. Arriva all’Inter per venti milioni più bonus e il 10% della futura rivendita al Racing».

QUALE FUTURO? – In chiusura, Barzaghi spiega gli sviluppi societari: «Le trattative per i rinnovi sono in standby. Alessandro Bastoni manca solo la firma, ma non è facile chiudere contratti nuovi. Per Lautaro Martinez l’accordo con i vecchi agenti era stato trovato, poi ha cambiato rappresentati. Adesso anche Ausilio ha detto che devono ricominciare. In Spagna parlano di Barcellona e Real Madrid, ma l’Inter sta incominciando a parlare con Alejandro Camano che è il suo nuovo rappresentante. Intanto si mette un punto su queste stagioni fatte bene».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh