Barbano: “Serie A, se si può giocare si deve. Evidente non sia a maggio”

Articolo di
27 Marzo 2020, 07:01
Alessandro Barbano
Condividi questo articolo

Barbano, vicedirettore del “Corriere dello Sport”, ha parlato a “Sportitalia Mercato” della ripresa della Serie A. Dopo le parole del ministro Spadafora (vedi articolo) è presumibile che, se si tornerà a giocare, sarà fra non meno di due mesi.

RIPRESA?Alessandro Barbano analizza la questione Serie A: «Le parole di Vincenzo Spadafora sono un’ovvietà, nel senso che certificano quello che già sapevamo. È evidente che il 3 maggio non si possa tornare in campo: il picco dev’essere raggiunto. Nel momento in cui l’epidemia sarà circoscritta, e si spera che questo possa avvenire in un temo non inferiore a un mese, dovrà occorrere un altro mese per riaprire la preparazione. Quindi, se si potrà tornare a giocare, questo potrà accedere a giugno e non certo a maggio. È evidente che, se si può giocare, si deve giocare. Cioè: se ci sono le condizioni sanitarie perché il campionato possa essere portato a conclusione è giusto e doveroso che questo accada, per rispetto dell’economia calcistica che va valutata nella sua totalità. Se il campionato si può finire si deve finire, anche in estate, anche per recuperare gli introiti dei diritti TV che sono messi in discussione fortemente, se non si dovesse concludere la Serie A».


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer






ALTRE NOTIZIE