Argentina, si salva solo Lautaro: contro il Marocco ancora titolare? – CdS

Articolo di
24 marzo 2019, 12:16
Lautaro Martinez Iraq-Argentina

Lautaro Martinez non si ferma più, dopo l’Inter conquista anche la fiducia della nazionale Argentina e del ct Scaloni. Contro il Venezuela tra i migliori in campo nonostante la sconfitta. Per lui una possibile chance ancora da titolare contro il Marocco.

MOMENTO MAGICO – “Lautaro non si ferma più. Che sia Inter o Seleccion, per lui non fa differenza. Lo ha confermato anche venerdì sera, andando a segno nell’amichevole con il Venezuela. È vero, l’Argentina ha finito per perdere e pure nettamente (1-3), ma il “Toro”, insieme a Messi (prima volta insieme), è stato l’unico a salvarsi, stando ai giudizi circolati in patria. Peraltro, ha fatto centro con un colpo che evidentemente fa parte del suo repertorio, visto che l’ultima sua prodezza è molto simile a quella realizzata contro il Parma poche settimane fa: taglio centrale in profondità e girata al volo, raccogliendo l’assist di un compagno. In nerazzurro, era stato Nainggolan a metterlo davanti alla porta avversaria, in maglia albiceleste, quello da ringraziare è stato Lo Celso”.

LE PAROLE DI SCALONI – “«Lautaro ha fatto una buona partita, mi è piaciuto. Sicuramente è un giocatore da tenere in considerazione», è stato il commento del ct Scaloni, che vale parecchio nella prospettiva della Coppa America della prossima estate. Insomma, il Toro è in cima anche alle gerarchie dei centravanti per la Seleccion. E le 10 gare che mancano per concludere la stagione interista gli potranno servire per confermare la posizione”.

ICARDI-LAUTARO – “E’ vero, Icardi si è finalmente alzato dal “lettino” e farà di tutto per essere a disposizione già per il match di domenica prossima con la Lazio – la situazione sarà più chiara tra martedì e mercoledì – ma ora tocca a lui inseguire. Il posto, Lautaro se l’è guadagnato per quello che ha fatto quando Maurito non c’era: 3 gol in 9 partite, permettendo all’Inter di mantenere, in campionato, gli stessi 5 punti di vantaggio sul 5° posto (dando per scontato il successo della Lazio nel recupero con l’Udinese) che aveva prima che scoppiasse il caso. E’ vero, nel frattempo i nerazzurri sono stati eliminati dall’Europa League, ma nel match di ritorno con l’Eintracht il “Toro” è rimasto a guardare perché squalificato. Come sarebbe finita se ci fosse stato? Il quesito rimarrà senza risposta. Ma, intanto, 3 giorni dopo, 21enne bomber di Bahia Blanca ha messo la sua firma sul primo derby della sua carriera: rete della vittoria dal dischetto e prestazione da migliore in campo, o quasi. Insomma, è uno dei nuovi idoli per i tifosi nerazzurri e scalzarlo da lassù sarà difficile”.

BIS COL MAROCCO? – “L’unico vero spauracchio, in questo momento, per Spalletti, è probabilmente la diffida che gli pende sulla testa. Un’altra ammonizione, infatti, è sarà costretto a fermarsi. In Europa League non è riuscito a scamparla, ma in campionato resiste da 9 giornate. Insomma, ci vorrà attenzione massima. La stessa che servirà per non farsi male e per non consumare troppe energie nella prossima amichevole dell’Argentina, quella in programma martedì a Tangeri, contro il Marocco. Stavolta non ci sarà Messi. Contro il Venezuela, il “Toro”, è rimasto in campo per 70’, per poi lasciare il posto a Benedetto. Magari, nella prossima gara, Scaloni potrebbe invertire l’ordine. La curiosità, però, è che tutto lascia credere che il partner là davanti possa essere Dybala. Sì proprio l’attaccante della Juventus, che potrebbe entrare in un clamoroso scambio con Icardi. Ma questa è una storia ancora tutta da scrivere. Mentre quella di Lautaro si sta arricchendo di nuovi e appassionanti capitoli…”

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE