Agresti: “Zaniolo affare Roma, figuraccia Inter! E anche la Fiorentina…”

Articolo di
28 novembre 2018, 14:34
Stefano Agresti

Stefano Agresti, nel suo editoriale su “CalcioMercato.com” di cui è direttore, elogia la Roma per l’acquisto di Nicolò Zaniolo criticando l’Inter (e la Fiorentina) per la cessione frettolosa

PROMOSSO – Ecco quanto scritto da Stefano Agresti: “Nicolò Zaniolo è stato probabilmente il miglior giocatore della Roma nella sconfitta con il Real Madrid. Non ci voleva molto, direte, e in parte è vero. Né questo significa che diventerà un campione. La sensazione che possa però essere un calciatore eccellente, quella l’ha trasmessa, e non è la prima volta che succede. Perché un ragazzino – è del 1999 – difficilmente può tenere il campo con tanta autorevolezza in un simile contesto se non ha qualità speciali, di personalità e tecnica: avversari fortissimi, partita complicata, Roma senza tanti titolari e, da un certo punto in avanti, quasi allo sbando. Eppure lui era là, presente”.

RIMPIANTI E FIGURACCIA – Agresti passa poi a evidenziare come il club viola e quello nerazzurro si siano liberati troppo in fretta del giovane giallorosso: “Osservando Zaniolo contro il Real (è curioso che in questa stagione sia stato titolare tre volte, due delle quali contro la squadra campione d’Europa) è sembrato evidente come Fiorentina e Inter abbiano preso un abbaglio clamoroso. Il club viola nel 2016 lo ha addirittura scartato, sostenendo che non fosse in grado di far parte della Primavera e, di fatto, allontanandolo. Ripescato e rilanciato dall’Entella (complimenti), è stato visto e preso dall’Inter la quale, però, l’estate scorsa lo ha usato come quasi tutti i suoi Primavera: lo ha inserito (con una valutazione in quel momento esagerata, utile a far quadrare il bilancio) nell’affare Radja Nainggolan, e lo ha spedito senza esitazioni alla Roma. Possibile che un club come quello nerazzurro si liberi così di un ragazzo pronto per la Champions League? La Fiorentina prima, l’Inter poi: Zaniolo potrà diventare un campione o rimanere solo un buon calciatore, ma certamente non è un pacco di cui liberarsi in tutta fretta. E la Roma fa festa: nel disastroso mercato di Monchi, alla fine rischia di essere l’unico vero affare”.

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE