Agresti: “Lautaro Martinez? Magari scambio con Griezmann. La Serie A…”

Articolo di
5 Aprile 2020, 17:35
Stefano Agresti
Condividi questo articolo

Il giornalista Stefano Agresti è intervenuto a “Radio Sportiva”. Nel corso del suo intervento si è parlato di quando e come si potrebbe tornare a giocare, ma anche del mercato dell’Inter in entrata e uscita

SENZA CALCIO – Stefano Agresti ha parlato della mancanza del calcio e di quando si potrebbe tornare a giocare: «L’astinenza da calcio pesa, ma con tutto il rispetto facciamo anche a meno dei campionati del Burundi o del Tajikistan. Comunque si sta progettando una ripartenza come è giusto che sia. Tutto dipende dall’emergenza, ogni intoppo può rappresentare un freno alla ripartenza, ma si sta ragionando di far ricominciare ad allenare le squadre magari entro fine aprile, con tutte le precauzioni del caso. Sarebbe bello ripartire con il pubblico ma se non si può credo sia doveroso ripartire anche senza. E’ vero che sarebbe un calcio diverso, ma ci sono degli interessi economici che riguardano anche la sopravvivenza di alcuni club, quindi meglio ripartire».

CALCIOMERCATO – Agresti ha poi parlato del mercato in entrata e uscita dell’Inter: «Lautaro Martinez al Barcellona è plausibile, senza Coronavirus sarebbe stato quasi certo, adesso vediamo se il Barcellona può pagare la clausola o se si può trattare su prezzi più bassi o inserendo magari Griezmann come contropartita. L’intenzione di Commisso è tenere sia Chiesa che Castrovilli, ma molto dipenderà dalle intenzioni dei giocatori e dalle eventuali offerte che arriveranno».

ITALIA – Agresti ha quindi parlato di come potrebbe concludersi la Serie A: «La FIGC vuole chiudere il campionato sul campo, perchè è consapevole che in caso di decisioni a tavolino si andrebbe incontro a cause e contenziosi. Nel caso però, credo che si andrebbe con la formula delle due retrocessioni e delle due promozioni dalla B. Non è equo assegnare i tre punti a tutte le squadre che devono recuperare, ma non è equo neanche che il Milan sia settimo avendo una partita in più. La soluzione più equa sarebbe calcolare la media punti totalizzata da ogni squadra».

EUROPA – Chiusura di intervento sulle coppe europee per Agresti: «Sia l’UEFA sia i club dipendono molto dalla Champions League dal punto di vista economico e quindi credo che prima di rinunciarci ci proveranno in tutti i modi, a costo di giocarla con una final 8 e con una final 4».


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE