Mondo Inter

Adani: «Skriniar alla stessa velocità dell’Inter. Servono piano B e Gosens!»

Adani rilancia il discorso della necessità di un piano B per l’Inter, come si diceva più volte nella passata stagione. Fra le alternative, secondo l’ex difensore, c’è Gosens che deve essere lanciato. Alla Bobo TV ha anche analizzato la condizione di Skriniar.

FUORI FORMA – Daniele Adani valuta l’infortunio di Romelu Lukaku: «Se non sta bene la palla scappa via quattro metri. Se sta bene in Serie A fa la differenza, ma se non sta bene fisicamente è davvero un riferimento per gli avversari. Tanto è vero che ha colpito una volta di testa contro Alessio Romagnoli, a cui aveva sempre segnato al Milan, e Patric. Per quanto riguarda l’Inter ha bisogno come il pane di Marcelo Brozovic: a livello cerebrale, di comunicazione giusta e di atteggiamenti. Se non sta bene sbraccia e la squadra va col suo passo, perché Brozovic è il termometro. Però la squadra dev’essere forte anche se Brozovic è in calo, se sei al 65% e trovi una squadra forte e in palla perdi. Lo Spezia e il Lecce non sono la Lazio: devi aumentare il volume per vincere».

CAMBI NECESSARI – Adani consiglia un piano B a Simone Inzaghi: «Cosa non va? La difesa, che ha preso tantissimi gol nel precampionato, non stupisce che conceda: anche lì va registrato qualcosa. Poi sarebbe ora di cominciare a far vedere Kristjan Asllani, che arriva e lo dobbiamo considerare un titolare. L’Inter non è ancora brillante fisicamente, deve attingere a tutte le risorse che ha e cercare di rompere l’equilibrio che la porta sempre a giocare allo stesso modo. Faccio un esempio: non cambia mai modulo. Se metti uno di qualità in mezzo al campo tra le linee, quindi 4-3-1-2 o 3-4-1-2 addirittura, allora puoi aprire qualcosa. L’Inter è da Antonio Conte che gioca 3-5-2, e ha vinto lo scudetto, ma deve trovare un piano B. Asllani può fare la mezzala».

IL LANCIO – Adani prosegue sulle novità: «Robin Gosens non può non essere utile. Nessuno è Ivan Perisic, ma Gosens ha ventotto anni ed era titolare nella Germania. Milan Skriniar sta andando alla stessa velocità della squadra, che è mediamente piano. L’Inter, quando gioca e sta bene, veramente fa un ottimo calcio. Ma gioca senza trequartista: sono tutti incursori, quello che gioca nello stretto non ce l’ha da diverso tempo. Christian Eriksen ha cambiato la sfumatura, veniva a ricevere palla. Bisogna avere l’alternativa, il piano B, e lo dico perché vorrei dieci partite di Gosens. Se arriva non può fare una partita in otto mesi, ne deve fare dieci per essere giudicato. L’Inter è vero che non ha tempo, ma ha lasciato andare Perisic perché aveva Gosens: non è il ventiduesimo che arriva dalla Primavera».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh