Adani: “Gestione Inter da grande squadra, ha saputo soffrire con umiltà”

Articolo di
26 settembre 2018, 14:47
Daniele Adani

Daniele Adani, ospite negli studi di Sky Sport, ha promosso la prova dell’Inter dal punto di vista della capacità di soffrire andando a vincere una partita difficile ma pensa che il gioco della squadra debba ancora migliorare.

VITTORIA VOLUTA – «L’Inter deve pensare che questa non può essere considerata una prova finale solo per il risultato perché sarebbe assolutamente un passo falso per il futuro. L’Inter deve pensare che quello che ha ottenuto lo ha ottenuto grazie secondo me a una gestione emozionale dei momenti negativi da grande squadra e alla sofferenza sulla supremazia della Fiorentina che è stata palese e assoluta nel secondo tempo anche con umiltà e con l’accettazione del palleggio dell’avversario nella metà campo nerazzurra. La Fiorentina ha avuto il peccato di essere mancata nelle due aree di rigore. Il percorso dell’Inter è buono da un punto di vista emozionale, da un punto di vista di voglia di rimanere in partita e di andarsi a prendere i tre punti anche in un momento in cui non li meritavi perché se è vero che gli episodi decidono le partite ma è anche vero che D’Ambrosio quel gol è andato a prenderselo andando a combinare con Icardi che ha fatto gol e assist in una partita complessivamente negativa ma negli episodi Icardi non manca mai: la sua bravura in una partita dove ha giocato pochi palloni e sbagliato qualche movimento è stata quella di avere attributi per stare dentro la gara e al momento giusto, in quella palla a D’Ambrosio, è stato davanti al difensore tenendolo dietro e a quel punto è stato un gioco da ragazzi appoggiare per il compagno perché la parte sinistra della Fiorentina non c’era più a causa di un errore di Vitor Hugo. Gioco da migliorare? In questa rosa ci sono anche Vrsaljko e Lautaro Martinez che non abbiamo ancora visto e oltre a loro c’è una rosa che sta rispondendo ma secondo me c’è un grande lavoro da fare. Parliamo sempre del carattere solo quando una squadra non gioca bene perché se invece gioca bene e arriva la vittoria difficilmente si parla del carattere che è il rifugio del non giocar bene. Secondo me c’è tanto margine per migliore ma non so se vedremo mai l’Inter giocare così bene però sta vincendo».







ALTRE NOTIZIE