Vecino costretto a prendere in mano l’Inter, ma Conte deve costruirgli il +10

Articolo di
17 Dicembre 2019, 23:58
Condividi questo articolo

Vecino è chiamato nuovamente a essere l’uomo della svolta stagionale? Non siamo a maggio, non c’è ancora nulla in palio. Ma l’emergenza dell’Inter di Conte a centrocampo richiede uno sforzo extra da parte del numero 8. Nel mirino il Genoa di Thiago Motta

CENTROCAMPO FANTASMA – A fare l’elenco dei centrocampisti dell’Inter capaci di giocare in mezzo al campo sabato, quasi viene da ridere. Nervosamente. L’ultimo appuntamento pre-natalizio si presenta male. Peggio non si potrebbe, forse. Marcelo Brozovic? Squalificato. Kwadwo Asamoah? Infortunato. Nicolò Barella? Infortunato. Antonio Candreva? Infortunato, inutile rischiarlo. Roberto Gagliardini? Infortunato, inutile rischiarlo. Stefano Sensi? Infortunato, inutile rischiarlo. Borja Valero? Acciaccato, non vale la pena rischiarlo. Lucien Agoumé? Acerbo, non vale la pena rischiarlo. Thomas Schirò? Ancora più acerbo (nonostante l’età), ma se iniziamo a citare tutti i ragazzi della Primavera non si finisce più. Senza offesa per nessuno, sia chiaro.

HIGHLANDER MEDIANO – E Matias Vecino? C’è, presente. Nel periodo più buio della sua stagione, ma c’è. Il centrocampista uruguayano è l’unica certezza di Antonio Conte sulla linea mediana. Toccherà al numero 8 trascinare l’Inter contro il Genoa di Thiago Motta. Che il numero 8 dell’Inter lo ha indossato degnamente da luglio 2009 a gennaio 2012. Da capire chi agirà insieme a Vecino, sicuro titolare nel ruolo di… mezzala destra del 3-5-2? O verrà cambiato modulo per ridurre il numero di centrocampisti in campo dal 1′? Perché, oltre a “rischiare” alcuni di quelli sopracitati, ci sarà spazio sicuramente per due esterni (a scelta tra Valentino Lazaro, Danilo D’Ambrosio, Cristiano Biraghi e Federico Dimarco a sinistra). Poi tutti difensori e attaccanti.

FORMAZIONE INCASTRATA – A dire il vero anche gli attaccanti sono contati (Lautaro Martinez squalificato e Alexis Sanchez infortunato). Certo Romelu Lukaku, uno – se non entrambi – tra Sebastiano Esposito e Matteo Politano completerà il reparto offensivo. In difesa, invece, tutto nella norma: davanti al capitano Samir Handanovic il pacchetto è al completo. Stefan de Vrij in regia è curioso di scoprire se verrà affiancato da Diego Godin e Milan Skriniar oppure da Alessandro Bastoni, dal momento che lo slovacco in emergenza potrebbe essere avanzato a centrocampo. C’è attesa e curiosità per vedere cosa si inventerà Conte per l’undici dell’Inter anti-Genoa, ma la certezza è una sola: ci sarà Vecino nel cuore del centrocampo, gli altri dieci dovranno gravitare forzatamente intorno all’ultimo “erede numerico” di Thiago Motta.




© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.